Venezia Jazz Festival & Venice Met Fest – Programma 2017-06-26
Time To Lose

Eventi

Venezia Jazz Festival & Venice Met Fest – Programma

Venezia Jazz Festival & Venice Met Fest, il festival della Città Metropolitana di Venezia. Nei mesi di giugno e luglio un ricco cartellone invade la Città Metropolitana. Attesi Paolo Conte, Marco Paolini, Carmen Consoli, Yann Tiersen, Jack Savoretti, Omar Sosa, Stefano Bollani. Ad iniziare dalla incantevole scenario di Villa Pisani a Stra che risuonerà delle note di Veneto Jazz grazie ad una convenzione triennale con il Polo Museale, si celebrano quest’anno gli 80 anni di Paolo Conte, in uno dei suoi due concerti italiani (30 giugno); si festeggia la nuova e attesissima messa in scena de Il Milione, quaderno veneziano di Marco Paolini (7 luglio), realizzata in collaborazione anche con il Museo Orientale di Venezia; si ascolta la versione elettrica della cantantessa Carmen Consoli, nel grandioso tour estivo (8 luglio); si balla con il cantautore italo-britannico Jack Savoretti, un’intuizione di Veneto Jazz che oggi riempie le platee (21 luglio).

VENETOJAZZ2017

Il cartellone di Venice Met Fest 2017, festival della Città Metropolitana di Venezia, interessa diverse città e generi musicali: dal concerto della formazione Molester sMiles, collettivo musicale guidato dal chitarrista Enrico Merlin, dedicato al periodo elettrico di Miles Davis (14 luglio, Giardino del Palazzo Municipale, Fiesso d’Artico), al positivo esperimento di Jam Family, insegnanti e giovani allievi del Liceo musicale di Castelfranco Veneto riuniti sul palcoscenico di Villa Farsetti a Santa Maria di Sala (20 luglio, in collaborazione con Ubi Jazz).

La formazione rimane il fiore all’occhiello di Veneto Jazz con l’organizzazione della 27^ edizione del Summer Jazz Workshop, uno dei workshop di didattica jazz più accreditati della scena europea, in programma a Chioggia dal 22 al 29 luglio. Realizzato in collaborazione con la New School for Jazz & Contemporary Music di New York, oltre alla qualificata offerta formativa che attira centinaia di studenti da ogni parte del mondo, propone concerti per il pubblico: la All Stars Band dei docenti (22 luglio, Piazza Vigo) e i saggi degli allievi nella formazione dei Combo (28 luglio, Campo Duomo) e della Big Band (29 luglio, Campo Duomo).

Programma

Martedì 27 giugno – ore 18.30
Laguna Libre, Venezia
Ashley Khan

Ashley Kahn, giornalista, critico e produttore musicale, collabora con numerose testate fra cui il New York Times, Jazz Time, Rolling Stone, Mojo. Con il Saggiatore ha pubblicato A Love Supreme, The House That Trane Built e Kind of Blue.
Ingresso libero

Venerdì 30 giugno – ore 21.30
Villa Pisani, Stra (VE)
Paolo Conte

Le note del celebre cantautore, Paolo Conte, che proprio quest’anno festeggia le 80 primavere, risuoneranno il 30 giugno in una delle due esclusive date italiane del tour. Un evento imperdibile che vedrà l’artista esibirsi con la sua orchestra di dieci elementi, al culmine di una carriera di successo e nel pieno della sua creatività.
Paolo Conte regalerà al pubblico i suoi intramontabili classici, che l’hanno reso un artista amato in tutto il mondo, da Sotto le stelle del jazz ad Aguaplano, da Via con me a Max.
Per questo esclusivo evento, l’artista ha scelto Villa Pisani, incantevole fusione di architettura e natura. Dal connubio creativo con la sua musica scaturirà altra magia… Veneto Jazz, che vanta una lunga collaborazione con l’artista dopo gli indimenticabili concerti di Piazza San Marco e del Teatro La Fenice, ha per l’occasione allestito una speciale platea, con biglietti vip che potranno far vivere al pubblico una serata speciale, godendo anche delle bellezze della Villa, in un tour emozionante fra arte e musica.
Biglietto: Primo settore 80€ | Secondo settore 68€ | Terzo settore 55€ /PACCHETTO VIP: 170€
Il pacchetto VIP comprende: biglietto di poltronissima nelle prime file della platea; parcheggio riservato; visita guidata al Salone da
ballo di Villa Pisani, con gli affreschi di Giambattista Tiepolo; cena a buffet; poster del concerto autografato dall’artista.
www.ticketone.it

Venerdì 07 luglio – ore 21.30
Villa Pisani, Stra (VE)
Marco Paolini
Il Milione, quaderno veneziano

A quasi vent’anni dalla diretta televisiva trasmessa da Rai2 nel 1998, Marco Paolini riallestisce, venerdì 7 luglio, lo spettacolo dedicato a Venezia Il Milione, quaderno veneziano, con una formula diversa da quella immortalata dalle telecamere, più sobria e più semplice, scegliendo di realizzare questo riallestimento a Stra, nella splendida cornice di Villa Pisani, nell’ambito del festival firmato da Veneto Jazz in collaborazione con il Polo Museale del Veneto e il Museo d’Arte Orientale di Venezia, tra i cui obiettivi sono quelli di stabilire ponti tra la conoscenza del territorio veneto e del suo patrimonio culturale e le diverse diramazioni internazionali che lo caratterizzano e ne definiscono l’identità.
Si tratta dell’unica data italiana del monologo che attraversa tutta la storia di Venezia, lontano dai suoi aspetti cartolineschi. Il Milione è un intreccio di storie antiche e contemporanee che seguono arabeschi da tappeti orientali e strani personaggi: abusivi di terra e di mare, turisti di ogni parte del mondo, comitati antisfratti, le beghine di Venezia (più agguerrite di vecchi parà e marò), nel tentativo di dar dignità agli sforzi di chi ha deciso di continuare ad abitare nella città più scomoda d’Italia.
Biglietto: Primo settore 30€ | Secondo settore 25€ | Terzo settore 20€ – www.ticketone.it

Sabato 08 luglio – ore 21.30
Villa Pisani, Stra (VE)
Carmen Consoli

Carmen Consoli sarà sul palco di Villa Pisani sabato 8 luglio, nell’unica data del Triveneto, con una band di ben sei elementi, sei straordinari musicisti che l’hanno già accompagnata – ognuno in momenti diversi – nei progetti affrontati negli ultimi anni. Oltre lei stessa, alle chitarre ci sarà Massimo Roccaforte, al suo fianco come chitarrista e mandolinista sin dagli esordi nei piccoli locali catanesi nel lontano 1993; due i violinisti – Emilia Belfiore (già in Eco di sirene) e Adriano Murania (primo violino del Teatro Bellini di Catania, con la Consoli in vari tour teatrali ed esteri); quest’ultimo suonerà anche la viola. Al violoncello ci sarà nuovamente Claudia della Gatta, mentre saranno ai fiati Concetta Sapienza e alle percussioni Alessandro Monteduro, incontrato per la Notte della Taranta 2016, di cui è stata Maestro Concertatore. Carmen e i suoi musicisti formeranno così una tavolozza di colori che saprà dare
infinite, nuove sfumature allo straordinario repertorio musicale della Consoli.
Biglietto: Primo settore 45€ | Secondo settore 35€ | Terzo settore 27€ – www.ticketone.it

Giovedì 13 luglio, ore 20.00
Altana Starhotels Splendid Venice, Venezia
Jazz on the roof

Juan Lorenzo
Juan Lorenzo: chitarra flamenco
In scena nella bellissima terrazza panoramica, Juan Lorenzo, uno dei maggiori rappresentanti della chitarra flamenco. Il repertorio presenta opere originali e composizioni nello stile dell’insuperato maestro Paco de Lucia. Celebri musicisti come Ramon Montoya, Sabicas, Nino Ricardo e Mario Escudero hanno infatti contribuito alla formazione artistica di Juan Lorenzo, di origine spagnola e con una carriera ormai ventennale che l’ha consacrato come uno dei chitarristi flamenco più accreditati della scena internazionale. Con la formula di musica live abbinata ad aperitivo e petit food, il pubblico potrà godere del concerto nello scenario della raffinata accoglienza del gruppo Starhotels, che unisce il lusso del comfort allo stile tipico dell’ospitalità italiana.
Ingresso: aperitivo + concerto 25€. Prenotazioni: gr.splendivenice.ve@starhotels.it, tel. +39 041 5200755
Venerdì 14 luglio, ore 18.30
Fondamenta Cannaregio, Venezia
LIVE AT CANNAREGIO
Inaugurazione Venezia Jazz festival
Una allegra marching band percorre con una barca sull’acqua una delle fondamenta più popolari di Venezia, facendo tappa nei
caratteristici locali della zona, dal Laguna Libre ai Canottieri, dal Parlamento ai Tre Archi.
Ingresso libero

Venerdì 14 luglio, ore 21.15
Giardino del Palazzo Municipale, Fiesso D’Artico (Ve)
Molester sMiles

Massimiliano Milesi: sax tenore e soprano
Achille Succi: sax alto, clarinetto basso
Giancarlo Tossani: electric piano, live electronics
Enrico Merlin: chitarra, live electronics
Giacomo Papetti: basso, live electronics
Filippo Sala: batteria
Molester sMiles è un progetto e un collettivo musicale nato da un’idea di Enrico Merlin e composto da alcuni fra i più interessanti musicisti attualmente in circolazione nel panorama jazz italiano, stimati anche a livello internazionale. I Molester sMiles pubblicano nel 2016 il loro primo album, Social Music. Musica fuori e oltre i generi, che va ad attingere non solo da altri stili musicali, ma dalla strada, dall’attualità, dalla vita stessa. Musica che irriverente esce da uno studio di incisione e si mischia e sporca di realtà. Nome tutelare dell’intero progetto è indubbiamente Miles Davis, e più precisamente il suo periodo cosiddetto elettrico che va dalla metà degli anni ’60 alla fine degli anni ’70. Miles Smiles, Nefertiti, Bitches Brew e On the Corner sono gli album a cui i MolestersMiles guardano con maggiore attenzione, attratti proprio da quest’idea di apertura delle frontiere estetiche.
Ingresso libero

Domenica 16 luglio, ore 19.30
Sestriere Cannaregio, Venezia
Laguna Libre Jazz Club
Ingresso libero

Martedì 18 luglio, ore 20.00
Sale Apollinee del Teatro La Fenice, Venezia
Pasquale Mirra meets Hamid Drake

Pasquale Mirra: vibrafono, marimba e percussioni
Hamid Drake: batteria, percussioni, voce
Sorpresa e imprevedibilità, la voglia di superare il limite della convenzione con una incessante ricerca sonora, questi gli elementi rintracciabili in questo suggestivo duo. La sinergia musicale e l’intenso scambio che Mirra e Drake riescono a creare ammaliano per la brillantezza delle idee che riescono ad esprimere non solo senza apparente fatica, ma con un interscambio e una interazione strumentale impressionante. Le melodie si costruiscono da sole, grazie anche alle conoscenze musicali dei due interpreti, alla loro notevole apertura mentale, alla capacità di spaziare nei ritmi di Drake, vero maestro nel creare basi poliritmiche torrenziali su cui si innestano le sonorità poetiche ed impattanti di Mirra, senza mai farci perdere il filo. Il processo attraverso il quale si sviluppano i percorsi musicali è l’estemporaneità, dunque, attraverso un uso evocativo degli strumenti, e della voce di Drake, senza pregiudizi stilistici di sorta dove due culture di appartenenza così apparentemente lontane si ritrovano, si amalgamano, si fondono, creando un ponte immaginario tra l’onirico, l’ancestrale e le melodie sospese, a tratti quasi ipnotiche dove le pulsazioni africane e orientali dei tamburi sanno assorbire l’eclettismo del vibrafono e respirarci assieme in un caleidoscopico viaggio sonoro.
Biglietto 20€ intero – 15€ ridotto (Residenti nel comune e nella città metropolitana di Venezia – Studenti under 26 – Over 65)

Mercoledì 19 luglio, ore 20.00
Teatro La Fenice, Venezia
Yann Tiersen

An evening with Yann Tiersen – solo in concert. Il concerto del compositore e pianista bretone Yann Tiersen è una delle tre date estive del tour da solista nel quale presenta l’ultimo l’album, EUSA, portando il pubblico in un viaggio intorno all’isola di Ushant, in Bretagna, con brani per piano e per violino.
L’album comprende 10 nuove composizioni per pianoforte, ognuna legata ad una posizione specifica dell’isola di Ouessant (‘Eusa’ in bretone) al largo delle coste della Bretagna, dove Tiersen vive. Registrato presso gli Abbey Road Studios, il piano solista di Yann Tiersen è accompagnato, anche nell’esibizione live in teatro, dalle registrazioni di campo effettuate nel punto esatto dell’isola a cui fa riferimento il brano musicale.
Yann Tiersen è uno dei più importanti e prolifici compositori della nostra epoca. Abile polistrumentista di formazione classica e con interessi in ambito rock ed elettronico, ha raggiunto il successo planetario con la composizione di celebri colonne sonore, una fra tutte quella del film Il favoloso mondo di Amélie di Jean-Pierre Jeunet, nel 2001. Anche i film francesi La Vita Sognata degli Angeli (1998, Erick Zonca), Alice e Martin (1998, André Téchiné), Qui Plume la Lune? (Christine Carrière, 1999) e Tabarly (Pierre Marcel, 2008), così come il film tedesco Good Bye, Lenin! (2003, Wolfgang Becker), portano la prestigiosa firma di Tiersen.
Biglietto: palchi ordine parapetto: 60€ / palchi centrali ordine dietro, palchi laterali ordine parapetto: 50€ / galleria e loggione
centrale: 40€ / ridotta visibilità: 35€ / solo ascolto: 28€ – www.ticketone.it

Giovedì 20 luglio – ore 21.30
Villa Farsetti, Santa Maria di Sala (Ve)
JAM FAMILY

Francesca Viaro: voce; Giuditta Franco: voce; Fabio Calzavara: sax; Lorenzo Marafante: sax; Fabio Bau: tromba; Andrea Bolinelli: chitarra; Andrea Pasqualetto: chitarra; Filippo Stocco: tastiere; Alberto Gatti: basso; Alessandro Cozza: batteria.
Allievi e insegnanti insieme per divertirsi, per suonare, per giocare… Insegnanti che vanno oltre al proprio impegno professionale per condividere con i propri alunni un momento di crescita. Alunni che vanno oltre il proprio impegno scolastico per imparare e divertirsi insieme agli insegnanti. Un’idea nata tra i banchi del Liceo Musicale Giorgione di Castelfranco Veneto, un modus operandi che dovrebbe diventare un faro per la scuola in Italia. una scuola troppo spesso concentrata a guardarsi l’ombelico.
In collaborazione con Ubi Jazz
Ingresso libero

Giovedì 20 luglio, ore 20.00
Conservatorio Benedetto Marcello, Venezia
HAROLD LOPEZ NUSSA TRIO

Harold Lopez-Nussa: pianoforte
Wade Alune: basso e voce
Ruy Adrián López-Nussa: batteria e percussioni
Harold Lopez-Nussa è nato e cresciuto all’Avana dove ha respirato – come se non bastasse l’aria di una famiglia fatta di musicisti – tutto quel sabor cubano capace di mettere il tocco distintivo su ogni cosa. Harold, che proviene da studi classici presso ilConservatorio dell’Avana, ha scelto il jazz per esprimersi. La sua notorietà nell’isola è affermata tanto che è stato scelto dalla Signora Omara Portuondo, preziosa voce e bellissima personalità artistica di Cuba, a far parte del suo quintetto ormai da anni. E da lì il passo
al Jazz internazionale è breve: da Montreux a Malta, da Vienna a St. Moritz, viene chiamato ad esibirsi con il suo trio nei più importanti festival europei.
Ascoltando la sua musica si scopre un jazz fresco; il pianoforte nelle sue mani è armonioso e ricco di vivaci sfumature, e nonostante il sound di Harold attinga inevitabilmente alle sonorità nazionali, si nota come la sua musica esprima in una miriade di colori la nuova musica cubana. La sua padronanza del linguaggio del passato e la sua freschezza nelle sonorità è ribadita anche nelle sue reinterpretazioni dei brani di grandi compositori come il cubano Chucho Valdes e l’americano Wayne Shorter dimostrando di conoscere i linguaggi di ieri e quelli del domani. Il suo ultimo album El Viaje edito da Mackavenue Records è ai primi posti di vendite su Amazon e iTunes, ed ha ricevuto 4 stelle dalla rivista Downbeat.
In collaborazione con Maree Sonore
Biglietto 15€ intero – 10€ ridotto (Residenti nel comune e nella città metropolitana di Venezia – Studenti under 26 – Over 65)

Venerdì 21 luglio, ore 19.30
Sestriere Cannaregio, Venezia
LAGUNA LIBRE JAZZ CLUB
Ingresso libero

Venerdì 21 luglio – ore 21.30
Villa Pisani, Stra (VE)
Jack Savoretti

Sleep no more
Amatissimo dal pubblico inglese e italiano, dopo aver suonato con Springsteen e McCartney, dopo aver dato il cambio a Donovan a Glastonbury e dopo il tutto esaurito nelle recenti date italiane di Milano e Genova, il 21 luglio torna Jack Savoretti, uno dei protagonisti della rinascita del cantautorato britannico. Il cantautore italo-inglese che, grazie alle sue performance live, ha conquistato il premio come Miglior Nuova Proposta agli ONSTAGE AWARDS 2015, insieme alla sua inseparabile chitarra acustica, e  pronto a incantare nuovamente l’affezionatissimo pubblico italiano, a cui fara  vivere le atmosfere intense raccontate nel suo quinto album Sleep No More, uscito il 28 ottobre per BMG/Warner Music. Una lettera d’amore dedicata a mia moglie – cosı  Savoretti ha descritto il suo nuovo lavoro dove – Tutto ruota intorno a quel genere di cose che non ti lasciano dormire tutta la notte. Il disco e  anticipato da When We Were Lovers, primo singolo gia  in rotazione radiofonica da settembre accompagnato dal video diretto da Jack Jelicich, che cattura alla perfezione le sensazioni del brano.
Biglietto: Primo settore 38€ | Secondo settore 30€ | Terzo settore 25€ – www.ticketone.it

Sabato 22 luglio, ore 20
Piattaforma sull’acqua di Punta della Dogana, Venezia
HELGA PLANKENSTEINER
REVENSCH

Paolo Trettel: tromba
Helga Plankensteiner: sax, clarinetto, voce
Hannes Mock: trombone
Wolfi Rabensteiner: tuba
Michael Lösch: piano
Enrico Tommasini: batteria Revensch è una nuova formazione della sassofonista e cantante Helga Plankensteiner con tre fiati, sax tromba e trombone, pianoforte e batteria che esegue un repertorio che spazia tra dixieland, klezmer e chanson degli anni venti. Verranno eseguiti tra l’altro brani come la Moritat di Brecht, Weill, Smile di Charlie Chaplin e del repertorio di Marlene Dietrich e qualche brano originale. Come sempre, hanno giocato e mescolato con disinvoltura i diversi generi musicali, coniugando divertimento e rigore espressivo…dietro un’apparente scherzosa leggerezza si cela una musica di grande intensità, estremamente curata nelle orchestrazioni. Paolo Peviani (Allaboutjazz)
Biglietti: 12 € intero – 8 € ridotto (member Palazzo Grassi e Punta della Dogana)

Sabato 22 luglio – sabato 29 luglio
Chioggia (VE)
Summer Jazz Workshop with New School for Jazz & Contemporary Music di New York

Sabato 22 luglio, ore 21.30
Piazza Vigo, Chioggia (VE)
All Stars Band – New School for Jazz & Contemporary Music di New York
Concerto dei professori del Summer Jazz Workshop.
Ingresso libero

Domenica 23 luglio, ore 19.30
Sestriere Cannaregio, Venezia
LAGUNA LIBRE JAZZ CLUB
Ingresso libero

Lunedì 24 luglio, ore 21.00
Collezione Peggy Guggenheim, Venezia
Park Stickney

Park Stickney: arpa
Sarà il suono dell’arpa il protagonista del concerto che vede in scena la singolare personalità artistica di Park Stickney, arpista newyorkese che, dopo gli studi accademici alla Juilliard School, ha intrapreso l’intensa carriera musicale tenendo concerti in America, in Europa e in Asia. Uno dei più rappresentativi musicisti che, negli ultimi anni, si sono adoperati al fine di introdurre l’arpa tra gli strumenti consoni alla musica Jazz.
Biglietto: Posto unico (con visita alla Collezione) 15€
Apertura della biglietteria dalle 19.30 | Prenotazioni: Veneto Jazz jazz@venetojazz.com

Martedì 25 luglio, ore 19.30
Sestriere Cannaregio, Venezia
LAGUNA LIBRE JAZZ CLUB
Ingresso libero

Mercoledì 26 luglio, ore 19.00
Chiesa della Pietà, Venezia
BELEM Didier Laloy & Kathy Adam

Didier Laloy: organetto
Kathy Adam: violoncello
Didier Laloy e Kathy Adam formano un atipico duo di organetto e violoncello, strumenti dei quali sono rispettivamente dei brillanti interpreti. Didier Laloy è oggi il più attivo protagonista del revival dell’organetto in Europa. Un maestro riconosciuto dai suoi stessi mentori: Marc Perrone, Bruno Le Tron e Jean-Pierre Yvert. Nel 2010 gira l’Europa con un super-progetto chiamato Samurai, una sorta di pantheon dell’organetto dove Laloy si è affiancato a Tesi, Perrone, Le Tron, Lepisto e Munnelly. Nella sua carriera ha suonato di tutto: musica francese, inglese, irlandese, svedese, ebraica, greca, e di ogni altra parte del vecchio continente. Ha approfondito diverse tecniche, avvicinando lo strumento a repertori inconsueti e all’improvvisazione. Ha lavorato per il teatro, le arti visuali, la musica per bambini, evidenziando una particolare apertura verso progetti innovativi. Un suono che oscilla tra silenzio ed esplosione, una musica piena di libertà, una libertà piena di musica. Kathy Adam inizia a studiare violoncello e musica da camera a Bruxelles.
Oltre agli studi classici collabora regolarmente con gli artisti della world music, della danza e del teatro.
Biglietto 15€ intero – 10€ ridotto (Residenti nel comune e nella città metropolitana di Venezia – Studenti under 26 – Over 65)

Giovedì 27 luglio, ore 21.30
T Fondaco dei Tedeschi, Venezia
Omar Sosa – Yilian Cañizares Duo

Yilian Cañizares, classe 1981, nasce a L’Avana. Talento precoce, a soli sette anni viene ammessa alla prestigiosa Accademia di Musica Manuel Saumell per studiare violino. Il suo stile riflette una grande varietà di influenze, con tocchi di jazz, musica classica e musica cubana. Qualche critico ha parlato di un’orchestrazione jazz mescolata ad un rituale Yoruba. Yilian Cañizares canta in spagnolo, yoruba e francese, ed uno dei suoi tratti distintivi è proprio la naturale capacità di cantare e suonare il violino allo stesso tempo.
Omar Sosa compositore e pianista cubano, classe 1965, nominato sette volte ai Grammy, è uno dei jazzisti più versatili e completi della sua generazione. È stato capace di fondere mirabilmente un’estesa gamma di elementi jazz, di world music e di elettronica con le sue radici afrocubane, riuscendo a creare una sonorità fresca e originale, dal forte sapore latino, ma lasciando sempre grande spazio all’improvvisazione. La carriera di Sosa incarna la mentalità aperta di un artista giramondo (ha vissuto nel nord e nel sud America, a Cuba ed in Spagna) e visionario, che ha lavorato incessantemente per cercare di costruire una visione musicale coerente e personale, davvero cosmopolita.
Ingresso libero su prenotazione

Venerdì 28 luglio – ore 21.30
Teatro Goldoni, Venezia
Stefano Bollani
Piano solo

Musica come enorme gioco da re-inventare in continuazione, da solo o con i compari più diversi. Bollani sale sul palco per imparare ogni sera qualcosa e perché è più conveniente che pagare uno psicanalista. Cerca stimoli ovunque, in tutta la musica del passato ma soprattutto esplora il presente, l’attimo, improvvisando a fianco di grandi artisti come il suo nobile mentore Enrico Rava, Richard Galliano, Bill Frisell, Paul Motian, Chick Corea. Con lo stesso animo si insinua all’ interno di orchestre sinfoniche come la Gewandhaus di Leipzig, la Scala di Milano e l’Orchestre National de Paris facendosi prendere per mano da direttori coraggiosi e entusiasti come Riccardo Chailly, Krjstian Jarvi, Daniel Harding. Insieme al bassista Jesper Bodilsen e al batterista Morten Lund, da 12 anni, cerca il modo di far vivere al pubblico lo stesso divertimento che provano loro ogni qual volta le voci dei loro strumenti si uniscono. Celebra la forma-canzone fianco a fianco con Caetano Veloso e Hector Zazou ma anche insieme a noti conterranei quali Irene Grandi, Fabio Concato, Elio e le storie tese. Quando non suona, scrive libri o inventa spettacoli teatrali come Primo Piano, con la Banda Osiris o La regina dada. In radio, complice quel geniaccio di David Riondino, ha dato vita al Dottor Djembè, onnisciente musicologo che ha sparso semi di ironia e sarcasmo per svariati anni dai microfoni di RadioRai3. In tv, dopo l’esperienza alla corte di Renzo Arbore, si è lanciato per Rai3 in jam-session di parola e musica in due stagioni del suo Sostiene Bollani. Tutto sempre per comunicare gioia. Joy in spite of everything, come recita il titolo di un suo recente lavoro per ECM, prendendo in prestito una frase del grande Tom Robbins.
Il suo progetto più recente è L’importante è avere un piano (Rai 1, 2016): sette appuntamenti in seconda serata su Rai1 con ospiti, improvvisazioni e musica dal vivo.
Biglietto: Platea: 40€ | Galleria: 32€ | Ridotto: 30€ – www.ticketone.it

Venerdì 28 luglio, ore 21.30
Campo Duomo, Chioggia (VE)
Combo’s Night

Concerto degli allievi del Summer Jazz Workshop diretti dai maestri della faculty.
Ingresso libero

Sabato 29 luglio – ore 21.30
Teatro Goldoni, Venezia
Huun Huur Tu

Kaigal-Ool Khovalyg: voce (khöömei, sygyt, kargyraa), igyl
Radik Tyulyush: voce (barbang-nadyr), byzaanchi, khomuz (jew’s harp)
Alexey Saryglar: voce (sygyt), tuyug (horse hooves), tungur (shaman-drum), igyl
Sayan Bapa: voce (kargyraa & khöömei), toschpulur, chitarra, igyl
Uno degli elementi distintivi della loro musica è l’utilizzo della tecnica del canto armonico (in inglese throat singing), nel quale il cantante, sfruttando le risonanze che si creano nel tratto vocale che si trova tra le corde vocali e la bocca, emette contemporaneamente la nota e l’armonico relativo (detto anche ipertono, in inglese overtone), il cui timbro può ricordare quello di un flauto. Altro elemento peculiare è l’utilizzo di strumenti tradizionali come l’igil, ilbyzaanchi, il khomuz, il doshpuluur, il tuyug. La loro musica, tra i fenomeni acustici più singolari del pianeta, un disegno meditativo che sembra venire direttamente dall’avanguardia, ha avuto risonanza anche nel mondo contemporaneo, influenzando compositori e autori importanti come Frank Zappa e Ry Cooder.
Biglietto: Platea: 28€ | Galleria: 22€ | Ridotto: 20€ – www.ticketone.it

Sabato 29 luglio, ore 21.30
Campo Duomo, Chioggia (VE)

Big Band Night
Allievi e insegnanti del Summer Jazz Workshop si esibiranno nella formazione della Big Band in Campo Duomo, a conclusione del
Seminario.
Ingresso libero

Info fonte e programma ; venetojazz.com

TimeToLose non può essere ritenuta responsabile delle eventuali modifiche al programma degli eventi pubblicati in Agenda. Per richieste, rettifiche o segnalazioni contattaci in Contact us

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply