Comoda_mente Festival 2010 – il programma 2010-08-05
Time To Lose

Festival

Comoda_mente Festival 2010 – il programma

La quarta edizione di COMODA_MENTE, città e parole in festival, si svolgerà i prossimi 3.4.5. settembre 2010 a Vittorio Veneto (TV), nuovamente nello splendido scenario del centro storico di Serravalle.

Protagonista sarà la Leggerezza: un concetto di non facile definizione, consistente ma senza peso, ovvio solo ad un primo epidermico contatto. Anche quest’anno i dialoghi, le esperienze, gli eventi musicali e le esposizioni d’arte avranno luogo in aree dismesse della città, sconosciute ai più ma di grande impatto architettonico ed emozionale, nell’ottica di una riqualificazione urbana. Ricordiamo, proprio a questo proposito, che la punta di diamante della scorsa edizione è stata la riapertura dallo spazio Italcementi, una “cattedrale industriale” chiusa da oltre ottant’anni.

Durante questa tre giorni il pubblico potrà così vivere non solo il festival, ma l’intera città, ed esperire una situazione unica capace di coinvolgere in modo attivo corpo e mente.

IV edizione – 3.4.5. settembre 2010 – Vittorio Veneto (TV)

fonte: comodamente.it

Il festival Comoda_mente nasce per fondere in un unico messaggio i temi della riqualificazione urbana e della cultura contemporanea e offrire quel nutrimento culturale vivo che ormai è diventato un bisogno socialmente percepito.

Sono tre giorni di parole, storie, immagini, esperienze, suoni, progetti e sapori per riscoprire spazi urbani abbandonati e sondare i confini dell’ovvio, mettendo in discussione le proprie comodità attraverso un confronto trasversale tra il pubblico e intellettuali, scrittori, scienziati, artisti, giornalisti, docenti universitari, imprenditori e politici sui temi della nostra contemporaneità.

I dialoghi, gli eventi musicali e le esposizioni d’arte hanno luogo in ambiti dismessi della città, riallestiti su progetto delle facoltà di architettura ed ingegneria italiane con pezzi unici messi a disposizione dalle grandi case del design Made in Italy.

Ma che cos’è veramente oggi la comodità?

La si acquista o la si conquista? E come? Di certo la sola ricchezza non basta a raggiungerla, né la povertà necessariamente vi prescinde. Si può apprezzare in solitudine, ma anche in compagnia. Sempre più spesso, però, tradendo il proprio significato originale, comodità è diventata sinonimo di autoconservazione, si è fusa e confusa con appiattimento, opportunismo, rassegnazione, pigrizia, indifferenza, calcolo e ipocrisia, fino a tradursi nell’arido “sedersi ed omologarsi”.

Tre giorni, quindi, per scomodare il conosciuto e prendersi una rivincita su tutto quello che facilmente definisce il Reale scartando il Possibile, comodamente seduti in un avvolgente salotto urbano.

Il festival Comoda_mente propone tre giorni di parole, storie, immagini, pensieri, suoni e sapori per sondare i confini dell’ovvio, mettere in
discussione la comodità delle convenzioni, oltrepassare i limiti dell’abitudine, offrire un modo leggero, semplice ma non banale, per vivere
la società contemporanea. Protagonista della quarta edizione del festival sarà la leggerezza, declinata nelle sue varie sfumature.
Organizzazione e info: Centro Studi Usine tel. 0438/553969 cell. 320/3666760 fax 0438/474773 info@comodamente.it www.comodamente.it
VITTORIO VENETO – Serravalle
Venerdì 03 settembre
Spazio Italcementi
Ore 20.30
Aquiloni – E se il figliol prodigo non si fosse pentito?
Quando il figlio maggiore ritorna a casa il padre lo accoglie a braccia aperte e lo perdona. Ma se
potessimo parlare con il figlio, quale visione ci restituirebbero le sue parole?
Ore 22.00
Aquiloni – Chi è più leggero ha meno paura?
Nella sua ultima campagna pubblicitaria Diesel ha lanciato il messaggio: “be stupid”. Ecco che
la proposta di vivere con leggerezza diventa subito un movimento per chi sente il peso di subire
gli avvenimenti senza poterli cambiare.
Sabato 04 settembre
Spazio Italcementi
Ore 11.00
Storie e immagini – Il Quirinale è la cristalleria delle parole con Edoardo Pittalis
Il Quirinale è la più grande cristalleria di parole, in cui il battito d’ali di una virgola può generare
un uragano negli altri palazzi della politica.
Ore 15.30
Storie e immagini – Il segno sublima il pensiero
Il segno ha una potenza poetica tale da invertire i fattori e rendere il pensiero un fatto conseguente al gesto dell’artista.
Loggia dei Grani • Ore 17.00
Storie e immagini – Quando il calcio era leggero con Edoardo Pittalis
Nei giorni leggeri del dopoguerra il calcio era lo sport della domenica, dell’oratorio e della piazzetta sotto casa. Era un momento d’aggregazione, di speranza, di rinascita.
Slargo di via Caprera • Ore 18.30
Aquiloni – Quanto pesa oggi la leggerezza per i giovani del Mondo? con Khaled Fuad Allam
Loggia dei Grani • Ore 21.00
Storie e immagini – Il senso della parete con Daniela De Donà
Non è mai dato sapere ciò che si svela “mani sulla roccia”. Quando la leggerezza è l’unica unità di misura che ti permette di arrivare in cima, il
pensiero corre lontano ma la concentrazione rimane vicina.
Domenica 05 settembre
Spazio Italcementi • Ore 11.00
Aquiloni – Il lavoro leggero con Luigi Brugnaro
Lavoro leggero si traduce con flessibilità e mobilità oppure con precarietà e paura? E stabile significa fisso o semplicemente in grado di dare concrete garanzie al lavoratore?
Slargo di via Caprera • Ore 16.30
Aquiloni – L’insostenibile leggerezza di internet
Nell’epoca di una sempre più capillare smaterializzazione informatica l’ordine del mondo è retto da ognuno di noi, architetti dell’informazione 2.0,
non essere “googlabili” può rivelarsi un problema.
Piazza Campanile • Ore 17.30
Storie e Immagini – Il pensiero mobile. Testimonianze da un fronte leggero con Anna Galtarossa e Antonio Riello. Coordina: Olivia Fincato
Leggerezza come mobilità di pensiero, flessibilità di vedute, rifiuto di essere fissati in un unico ruolo, luogo o tempo che sia. Leggerezza come
ingrediente fondamentale della scoperta.
In caso di maltempo lo spettacolo si terrà presso lo Spazio Italcementi
Giardino del Castrum • Ore 18.00
Storie e Immagini – Dentro la leggerezza delle donne con Tiziana Agostini
Chi è la donna leggera? Una velina oppure una donna che porta dentro di sé un’innata leggerezza che le permette di rialzarsi in ogni circostanza?
In caso di maltempo lo spettacolo si terrà presso il Padiglione del Castrum
Loggia dei Grani • Ore 19.00
Aquiloni – Leggerezza vola via
La gravitas delle idee è definitivamente crollata sotto i colpi della leggerezza dei mezzi di comunicazione? Oppure proprio in quest’ultimi si ritrova
l’avanguardia del nostro pensiero più fine?
Slargo di via Caprera • Ore 19.30
Storie e Immagini – Siamo un paese da musica leggera? con Gualtiero Bertelli e Elio Matassi
In Italia abbiamo inventato l’opera ma i ragazzi non lo sanno e l’unica musica che arriva alle loro orecchie è quella leggera. Intanto il pubblico dei
concerti e della lirica ha sempre più i capelli grigi.
CISON DI VALMARINO – Castelbrando • Ore 17.00
Forum sul web-tourism con Massimo Colomban e Floriano Zambon
Un’occasione per fare il punto sui nuovi modelli progettuali dedicati alla gestione del turismo dolce nel territorio.
In collaborazione con Metadistretto Digital Mediale del Veneto, Provincia di Treviso.
Ingresso libero.
Per il programma completo visita il sito www.comodamente.it

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply