Terence Trent D’Arby e Diodato al Suoni di Marca Festival 2018 2018-05-18
Time To Lose

Festival

Terence Trent D’Arby e Diodato al Suoni di Marca Festival 2018

Terence Trent D’Arby e Diodato inaugurano il palco di Suoni di Marca.

programma Suoni di Marca 2018 Festival.

Suoni di Marca Festival su i bastioni delle Mura
dal 19 luglio al 5 agosto 2018.

Suoni di Marca Festival apre il sipario con due protagonisti d’eccezione: Terence Trent D’Arby, e Diodato
Sananda Maitreya, conosciuto come Terence Trent D’Arby, e Diodato. Suoni di Marca si prepara quindi a rianimare le mura cinquecentesche di Treviso per un’altra estate indimenticabile, giovedì 19 luglio 2018, con l’originale formula che lo contraddistingue: quattro palchi, diciotto giorni di musica per diciotto esperienze musicali differenti, con un cartellone totalmente ad ingresso gratuito.

Terence Trent D’Arby
Artista, musicista polistrumentista, scrittore e produttore statunitense, inizia la sua carriera nel 1987, quando esce il suo album d’esordio. La sua musica viene definita post millenium rock, ovvero un mix di molti stili differenti come opera, country, classica, jazz, blues, gospel, reggae, pop e rock. La musica di Sananda vuole colpire l’ascoltatore dritto al cuore, tocca e fa riaffiorare sentimenti veri e profondi.
L’artista, già paragonato per somiglianze artistiche e vocali ad alcuni grandi musicisti come Prince, Michael Jackson e Sam Cooke, con il nome aristocratico D’Arby derivante da un apostrofo artificiosamente aggiunto al cognome del suo patrigno fece un disco memorabile che permise di vendere un milione di copie solo nei primi tre giorni e poi più di dieci milioni in tutto il mondo. ‘Introducing the Hardline’ ottenne quattro nomination ai Grammy del 1988 e il premio come miglior performance maschile R&B. Conosciuto fin dall’inizio del 2001 come Terence Trent D’Arby, conquista il pubblico con le hit Dance little sister, Sign your name, Wishing well e si fa notare per una bellezza che ancora oggi, a 55 anni, fa sgranare gli occhi.

A precedere la performance all’artista statunitense è Diodato, cantautore pop rock italiano, che inizia la sua carriera a Stoccolma, registrando con alcuni amici un brano lounge, poi incluso nella compilation Beirut Café 2, vendutissima in tutto il mondo. Il successo in Italia arriva con un EP nel 2007 e con la fortunata canzone Ancora un brivido del 2010, che gli permette di collaborare con il produttore degli Afterhours, di Niccolò Fabi e dei Planet Funk. Diodato esordisce nell’aprile del 2013 con l’album E forse sono pazzo e nel febbraio 2014 partecipa al 64esimo Festival di Sanremo nella categoria Nuove proposte con la canzone Babilonia facendosi così conoscere dall’Italia intera. Su un intervista di Vanity Fair, Mina cita il brano considerandolo uno dei migliori di tutto il festival.

Nel marzo del 2014 Diodato viene scelto dalla trasmissione televisiva di Rai 3 Che Tempo che Fa come ospite fisso. Nel 2016 firma un contratto discografico con Carosello Records e nel 2017 pubblica l’album Cosa siamo diventati. Nell’estate 2017 è opening act del concerto di Max Gazzè, Carmen Consoli e Daniele Silvestri al Collisioni Festival. A novembre esce il nuovo singolo, Cretino che sei, brano che segna una svolta stilistica dell’artista e viene presentato in anteprima alla Milano Music Week.

In programma diciotto giorni di musica per diciotto esperienze musicali differenti.
Quattro i palchi: San Marco, SS. Quaranta, Caccianiga, Fra’ Giocondo, per un cartellone totalmente gratuito: dal blues al reggae, dalla musica classica al rock progressive, dal trip-hop al soul, dal folk al jazz, dalla canzone d’autore alla scena alternative rock.

Tutte le sere ad ingresso gratuito.
Bastioni SS. Quaranta – Treviso
Info : www.suonidimarca.it

Carlo Del Zotti TTL Founder & CEO. Appassionato di informatica, esperto in Digital PR, mi occupo dal 1990 di Comunicazione legata alle vendite.Contatta la redazione per richieste e rettifiche in Contact us.
TimeToLose non può essere ritenuta responsabile delle eventuali modifiche al programma degli eventi pubblicati in Agenda.

You must be logged in to post a comment Login