L’arte di creare con il tessuto: Patchwork in mostra a Treviso 2009-09-20
Time To Lose

Cultura

L’arte di creare con il tessuto: Patchwork in mostra a Treviso

Dal 3 al 25 ottobre – L’arte di creare con il tessuto: Patchwork in mostra a Treviso
Nell’anno europeo dedicato alla creatività, l’esposizione organizzata dall’associazione Patchwork Idea torna nella trecentesca Ca’ Da Noal… con splendide creazioni e con numerose proposte per avvicinare i visitatori al mondo delle stoffe e dei colori.

Titolo dell’edizione 2009 sarà “Dire, fare… cucire!”

E’ la grande capacità di rinnovarsi, di proporre idee sempre nuove e anno dopo anno più vicine all’arte che non all’artigianato, l’aspetto che più piace e affascina da tredici anni i numerosissimi visitatori dell’esposizione di quilt promossa e organizzata dall’associazione Patchwork Idea, quest’anno intitolata “Dire, fare… cucire!” e in programma dal 3 al 25 ottobre nell’ormai tradizionale cornice della trecentesca di Ca’ da Noal (via Canova 38), nel centro storico di Treviso.

Una sessantina di quilt originali, preziosi, divertenti e raffinati torneranno a colorare le pareti delle stanze del palazzo nobiliare trevigiano: essi sono il risultato di un percorso che ha coinvolto le socie di Patchwork Idea portandole a raggiungere ambiziosi traguardi, sia sotto il profilo tecnico sia dal punto di vista dello studio del colore e degli accostamenti delle tinte e dei tessuti, con una forte propensione all’innovazione e alla scoperta di territori inesplorati.

Anche l’esposizione sarà particolarmente curata, i quilt saranno proposti in modo non convenzionale, diventando pure accessorio di vere e proprie sculture, ed una coreografia floreale ne esalterà colori e consistenze.

Ma la vera novità della quattordicesima edizione della mostra sarà la sua interattività: quest’anno il coinvolgimento attivo del visitatore diventa un aspetto primario, come dimostrano i numerosi corsi e iniziative organizzati nel corso della durata dell’esposizione e dedicati agli adulti ma anche ai bambini. La mostra si trasforma dunque in una vera e propria officina della creatività, dove, affascinati dallo splendore dei lavori esposti tutti potremo improvvisarci artisti.

In particolare, saranno organizzati brevi corsi gratuiti, proposti giornalmente dalle professioniste di Patchwork Idea: in programma “Tra fiori e tessuti”, in collaborazione con la fioreria di Postioma (Treviso) “Guscio verde”, per realizzare piccoli lavori accostando stoffe e fiori, “Rose senza spine”, per creare deliziose rose di tessuto e feltro, “Spilli in fiore”, per costruire un originale puntaspilli, “Caleidoscopio all’ora del the”, ovvero come predisporre un artistico sottoteiera.

Non solo, quest’anno Patchwork Idea pensa anche ai bambini, sempre numerosi e affascinati dal turbine di colore dei lavori esposti. A loro è dedicato il percorso di letture animate che hanno come filo conduttore il tessuto, a cura dell’Associazione “Bottega dei sogni”.

Il patchwork in Italia
Nata come condizione di necessità per utilizzare ritagli di stoffa provenienti da abiti smessi, tovaglie o altro, nel corso degli anni, la realizzazione di quilt ha assunto sempre più una funzione decorativa e, per realizzarli, non vennero più usate pezze di recupero, ma nuovi tessuti. Oggi, in Europa, ed in particolare in Italia, il Patchwork, pur essendo un’arte relativamente giovane, ha già affascinato molte donne. Nel solo Veneto si stimano circa 800 appassionati.

L’ingresso è gratuito.

Cà da Noal, via Canova 38 – Treviso
Orari: dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.00
Per informazioni: Cà da Noal – Maria Luisa Fragiacomo, tel. 0422 544895

E -mail: info@patchworkidea.net
www.patchworkidea.net

Ufficio stampa associazione “Patchwork Idea”
Koiné Comunicazione
Ilaria Tonetto
ilaria@koinecomunicazione.it


You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply