Mostra a tu per tu con Giotto Palazzo Sarcinelli 2017-11-21
Time To Lose

Mostra

Mostra a tu per tu con Giotto Palazzo Sarcinelli

Mostra a tu per tu con Giotto a Palazzo Sarcinelli di Conegliano.

Dal 7 dicembre al al 10 gennaio 2018.

A 750 anni dalla nascita di Giotto, arriva, per la prima volta in provincia di Treviso, la mostra che permetterà di riscoprire l’arte di Giotto, A tu per tu con Giotto: una mostra per scoprire la Cappella degli Scrovegni con la realizzazione in scala 1:4 della Cappella degli Scrovegni e con la riproduzione ad alta definizione di tutti gli affreschi.

Ingresso libero, la mattina su prenotazione e al pomeriggio dalle ore 15 alle 19.00.

A tu per tu con Giotto

L’apertura, inizialmente prevista dal 7 dicembre al 7 gennaio, sarà prorogata fino al 10 gennaio
L’esposizione, che permetterà ai visitatori di approfondire la conoscenza del massimo capolavoro di Giotto e di scoprire e ammirare particolari che con la visita reale alla cappella patavina sfuggono, è aperta a tutti (non solo alle scuole) e a ingresso libero.
La mostra sarà aperta tutti i giorni (esclusi i festivi) il mattino su prenotazione e il pomeriggio dalle 15 alle 19.

A tu per tu con Giotto. Alla scoperta della Cappella degli Scrovegni

Conegliano celebrerà i 750 anni dalla nascita di Giotto ricreando il fascino della Cappella degli Scrovegni.
In occasione delle prossime festività natalizie, sarà possibile ripercorrere la storia di Gesù attraverso i celebri affreschi che Giotto ha realizzato nella Cappella degli Scrovegni di Padova nei primi anni del XIV secolo. Per farlo, non sarà necessario andare a Padova; basterà recarsi al Palazzo Sarcinelli di Conegliano, che si appresta a celebrare i 750 anni dalla nascita di Giotto ospitando, dal 7 dicembre al 7 gennaio, la mostra A tu per tu con Giotto. Alla scoperta della Cappella degli Scrovegni. Si tratta della realizzazione in scala 1:4 della Cappella con la riproduzione ad alta definizione di tutti gli affreschi di Giotto. La fruizione si preannuncia nettamente più particolareggiata rispetto a quella dell’originale. Ad affascinare sarà soprattutto il cielo stellato realizzato con la preziosissima azzurrite e decorato da ben 800 stelle a 8 punte.

Sette secoli fa, fra il 1303 e il 1305, Giotto, su commissione di Enrico Scrovegni, ricchissimo banchiere padovano, che aveva eretto nell’antica arena romana di Padova un sontuoso palazzo, affrescò una cappella concepita per accogliere lui stesso e i suoi discendenti dopo la morte.
Questa piccola chiesa romanico-gotica, intitolata a Santa Maria della Carità, è considerata un capolavoro della pittura del Trecento italiano ed europeo e una delle massime espressioni dell’arte occidentale.
Il ciclo pittorico della Cappella sviluppa tre temi principali, ciascuno in dodici episodi, disposti sulle pareti della navata: la vita di Gioacchino ed Anna, la vita di Maria e l’infanzia di Gesù; la vita pubblica di Gesù, da battesimo fino alla sua morte e resurrezione. Infine lo zoccolo con le personificazioni delle sette virtù e dei sette opposti vizi che conducono rispettivamente al Paradiso e all’Inferno del grande Giudizio universale dipinto sulla controfacciata.
Gli affreschi, dopo un accurato restauro, sono ritornati all’antico splendore rivelando la bellezza e la genialità della pittura giottesca, che influenzò generazioni di artisti e mutò i canoni stilistici dell’arte italiana ed europea.
La mostra è una fedele riproduzione fotografica, in scala 1:4, delle pareti della cappella. Essa offre l’opportunità di guardare gli affreschi con il tempo necessario per cogliere la poesia iconica delle corrispondenze verticali e frontali, del simbolismo dei colori, dei numeri, delle prospettive architettoniche. Giotto, infatti, assieme a Dante è all’apice di una cultura in cui ogni particolare partecipa di un ordine che tutto abbraccia.

Palazzo Sarcinelli | Conegliano
Via XX Settembre, 132, IT-31015, Conegliano
info e fonte; www.itacaeventi.it


info e fonte; www.itacaeventi.it

CdZ - TTL Founder & CEO. Appassionato di informatica, esperto in Digital PR, mi occupo dal 1990 di Comunicazione legata alle vendite. Contatta la redazione per richieste e rettifiche in Contact us. TimeToLose non può essere ritenuta responsabile delle eventuali modifiche al programma degli eventi pubblicati in Agenda.

You must be logged in to post a comment Login