Mercatini di Natale 2017 a Bolzano e in Alto Adige 2017-11-11
Time To Lose

Natale

Mercatini di Natale 2017 a Bolzano e in Alto Adige

Mercatini di Natale di; Bolzano, Bressanone, Brunico, Merano, Vipiteno.

Dal 24 novembre 2017 al 6 gennaio 2018.

Informazioni date calendario e programma dei Mercatini di Natale in Trentino Alto Adige.

Con l’avvicinarsi delle festività Natalizie 2017 il Trentino Alto Adige si prepara ad accogliere le migliaia di turisti in occasione delle inaugurazioni e delle aperture dei tradizionali Mercatini di Natale. Ad iniziare con il mercatino in programma nella città di Bolzano, e proseguendo con le altre occasioni ed attrazioni offerte dalla corona alpina del Tirolo italiano e dalle sue splendide città.

Mercatino di Natale di Bolzano 2017 2018

Il Mercatino di Natale di Bolzano è aperto tutti i giorni dal 24 novembre 2017 al 6 gennaio 2018.
Le casette in piazza Walther seguiranno i seguenti orari:
Orari; Tutti i giorni dalle ore 10-19
Orari straordinari:
23 novembre: ore 17-19 (cerimonia d’inaugurazione alle ore 17)
1° dicembre: ore 10-22 (Apertura serale in occasione delle Lunga notte dei Musei)
24 dicembre: ore 10-14
25 dicembre: chiuso
31 dicembre: ore 10-18
1° gennaio: ore 12-19

Gli appuntamenti del Mercatino di Natale

Il occasione del Mercatino di Natale la città di Bolzano propone un grande numero di appuntamenti dedicati all’Avvento.

Avvento Alpino

Ogni sabato e domenica pomeriggio piazza Walther ospita la rassegna Avvento Alpino con concerti dalle ore 14.00 alle ore 18.00; nelle giornate di domenica mattina vanno in scena le bande musicali in costume. Inoltre ogni sabato pomeriggio alle ore 17.00 gruppi di fiati suoneranno note natalizie dal balcone del Palazzo Mercantile nella via dei Portici. Il programma dettagliato con tutti gli appuntamenti è pubblicato nel prospetto Vademecum.
Come da tradizione nel periodo dell’Avvento la Novena verrà accompagnata musicalmente.

Artigianato Artistico dal vivo

Inoltre gli ospiti hanno la possibilità di vivere l’Artigianato artistico dal vivo: ogni giorno, infatti, i soci della cooperativa Artigiani Atesini presentano alcuni mestieri tradizionali dell’artigianato artistico altoatesino nella loro casetta in piazza Walther.
Il programma dettagliato è pubblicato nel prospetto Vademecum.

Il Mercatino della Solidarietà

Dal 24 novembre al 23 dicembre le associazioni onlus propongono i loro progetti sociali e la vendita di oggetti regalo, decorazioni per la casa e gastronomia nelle vie del centro storico tra piazza del Grano e via Argentieri.

San Nicolò

In Alto Adige, il 6 dicembre si festeggia San Nicolò, il Santo protettore dei bambini. L’usanza vuole che nel giorno della sua festa San Nicolò faccia visita ai bambini buoni portando i suoi doni. Nel pomeriggio di martedì, 6 dicembre, San Nicolò farà visita al Mercartino di Natale di Bolzano. Accompagnato dai suoi angioletti sfilerà tra le casette di piazza Walther e piazza della Mostra tra le ore 15.30 e le ore 17.

Apertura serale in occasione della Lunga notte dei Musei

Venerdì, 1 dicembre si terrà la Lunga notte dei musei di Bolzano. Per tale occasione il Mercatino di Natale di Bolzano rimane aperto fino alle ore 22.
Mostre e collezioni da scoprire, visite guidate, incontri, laboratori, musica, spettacoli e molto altro: in un’avvolgente atmosfera notturna otto musei bolzanini aprono le loro porte alla città dalle 16 all’1 di notte. Fino alle ore 20 protagonisti saranno le famiglie e i bambini, con giochi, animazione, workshop e altre occasioni per divertirsi e imparare. Ingresso libero a tutti i musei partecipanti.
info e fonte: www.mercatinodinatalebz.it

Mercatino di Natale di Bressanone 2017 – 2018

Dal 24.11.2017 al 06.01.2018
La suggestione del Natale con il presepe, che a Bressanone vanta una tradizione di 800 anni, si ripresenta a noi in una festa di colori, sapori e musica.
Sarete affascinati dalle incantevoli decorazioni tradizionali dell’Alto Adige, da ammirare sulle bancarelle del Mercatino in Piazza del Duomo. Imperdibile una visita al Palazzo Vescovile, che ospita uno dei più suggestivi Musei dei Presepi Natalizi.
Il Mercatino di Natale di Bressanone aggiunge fascino e crea un’atmosfera quasi magica nella città più antica dell’Alto Adige.
Tra le caratteristiche casette di legno, situate in piazza Duomo, troneggia un grande albero di Natale, decorato secondo la tradizione nordica. Lasciatevi coinvolgere dal mormorio della folla che si riversa tra le bancarelle e le vie addobbate con luci, rami di abete e fiocchi rossi. Unitevi alle persone che seguono il percorso che conduce al museo dei presepi, ospitato nei locali in stile rinascimentale del palazzo vescovile.
Partecipate alla gioia dei bambini che giocano sulla giostra a vapore e si sporcano le mani e i vestiti cucinando dell’ottimo Lebkuchen,
dolce speziato sudtirolese dal sapore inconfondibile. Il tutto accompagnato da un delizioso sottofondo, creato dagli zoccoli dei cavalli che trainano le carrozze, dai suonatori di organetto e dai cori natalizi, che suggeriscono sentimenti di pace e armonia alle persone.

Avvento e tradizioni Natalizie in Alto Adige

Durante l’Avvento, ovvero nel periodo che precede il Natale, in Alto Adige si respira un’atmosfera quasi magica, complici il paesaggio ricoperto di neve e le tradizioni di questo periodo.

La corona d’Avvento

La corona d’Avvento è costituita da rami di abete bianco e quattro candele, che rappresentano le 4 domeniche di Avvento prima del Natale. Le corone sono decorate con fiocchi, bacche, spezie e ogni domenica si accende una candela.

L’usanza del Klöckeln

In Val Sarentino dal XVI secolo si tramanda l’usanza del Klöckeln, il quale prevede che durante i tre giovedì dell’Avvento, che sarebbero le tre notti del Klöckeln, gruppi di uomini bussano alle case per raccogliere offerte e in cambio cantano canzoni tradizionali.

San Nicolò

Il 6 dicembre, durante la giornata di San Nicolò, nella maggior parte dei paesi e delle città dell’Alto Adige si organizzano sfilate, durante le quali San Nicolò dona dolci ai bambini ed è accompagnato dai Krampus, diavoli con maschere paurose.

L’albero di Natale

L’albero di Natale deriva da culti pagani dell’Europa del Nord, dove i druidi, antichi sacerdoti dei Celti, notarono che gli abeti erano piante sempre verdi e così li assunsero come emblema di lunga vita e avviarono l’usanza di ossequiarli durante le festività invernali. Poi l’abete divenne simbolo del Natale e questa tradizione si diffuse dalla Germania verso tutti gli altri paesi europei.

Mercatino di Natale di Brunico 2017 – 2018

Dal 24 novembre 2017 al 06 gennaio 2018
Brunico, la Perla della Val Pusteria è luogo ideale per conciliare il divertimento sulle piste da sci di Plan de Corones con emozionanti passeggiate tra le incantevoli case medievali della Via Centrale, dove il Mercatino di Natale offre i più caratteristici prodotti artigianali, specialità dolciarie e gastronomiche per tutti i gusti.

Il Mercatino di Natale di Brunico

Il Mercatino di Natale di Brunico si trova tra via Bastioni e Parco Tschurtschenthaler, nel meraviglioso centro storico del capoluogo della Val Pusteria. E’ sormontato dal suggestivo castello vescovile e dalla montagna di casa, il Plan de Corones, che appare come un panettone imbiancato.
Troverete le casette di legno seguendo le dolci melodie natalizie che si diffondono nell’aria, suonate da complessi di strumenti a fiato,
gruppi di tromboni e suonatori di corni delle Alpi.
Le bancarelle sono come scrigni ricchi di doni, sui quali si sofferma lo sguardo e rimane un piccolo pezzo di cuore:
troverete sfere decorate per l’albero di Natale, profumate candele agli agrumi, giocattoli di legno, carillon che diffondono dolci note,
calde babbucce di lana e molto altro.
Lasciatevi sorprendere dai sapori della cucina sudtirolese e assaporate qualche specialità, come il pane di segale accompagnato da ottimo speck. E quando iniziate a sentire un po’ di freddo, riscaldatevi con una tazza di vin brulé, che potrete sorseggiare in questa magica atmosfera natalizia.

Avvento e tradizioni Natalizie in Alto Adige

Durante l’Avvento, ovvero nel periodo che precede il Natale, in Alto Adige si respira un’atmosfera quasi magica, complici il paesaggio ricoperto di neve e le tradizioni di questo periodo.

La corona d’Avvento

La corona d’Avvento è costituita da rami di abete bianco e quattro candele, che rappresentano le 4 domeniche di Avvento prima del Natale. Le corone sono decorate con fiocchi, bacche, spezie e ogni domenica si accende una candela.

L’usanza del Klöckeln

In Val Sarentino dal XVI secolo si tramanda l’usanza del Klöckeln, il quale prevede che durante i tre giovedì dell’Avvento, che sarebbero le tre notti del Klöckeln, gruppi di uomini bussano alle case per raccogliere offerte e in cambio cantano canzoni tradizionali.

San Nicolò

Il 6 dicembre, durante la giornata di San Nicolò, nella maggior parte dei paesi e delle città dell’Alto Adige si organizzano sfilate, durante le quali San Nicolò dona dolci ai bambini ed è accompagnato dai Krampus, diavoli con maschere paurose.

L’albero di Natale

L’albero di Natale deriva da culti pagani dell’Europa del Nord, dove i druidi, antichi sacerdoti dei Celti, notarono che gli abeti erano piante sempre verdi e così li assunsero come emblema di lunga vita e avviarono l’usanza di ossequiarli durante le festività invernali. Poi l’abete divenne simbolo del Natale e questa tradizione si diffuse dalla Germania verso tutti gli altri paesi europei.
info e fonte; www.christkindlmarkt.it

Mercatino di Natale di Merano 2017 – 2018

Dal 24.11.2017 al 06.01.2018
Natale a Merano, da trascorrere all’insegna dei piaceri e del riposo: scoprire tra le bancarelle pregiate del mercatino le creazioni artigianali, le specialità pasticcere, le attrazioni per i bambini. Abbandonarsi alle carezze del benessere visitando le Terme, effettuare un’escursione immersi nella natura incontaminata dei suoi dintorni. Trascorrerete a Merano un Natale pieno di frizzanti energie.

Il Mercatino di Natale di Merano

Il Mercatino di Natale di Merano si estende lungo le rive del torrente Passirio, che scorre instancabilmente nel suo letto in parte gelato.
Le casette si trovano tra il ponte Teatro, testimone di 500 anni di storia meranese, e il ponte della Posta, nell’elegante stile liberty.
Ponti, negozi, lampioni e bancarelle: ogni singolo elemento viene addobbato e diventa partecipe di questa magica atmosfera che coinvolge grandi e piccini.
Le bancarelle, con la loro merce esposta, sono un richiamo irresistibile: un arcobaleno di colori che nasce da materiali diversi, come il legno, il vetro, la ceramica e le stoffe. E nel freddo inverno dell’Alto Adige, che quasi punge il viso, chiudete gli occhi, respirate profondamente e seguite il profumo di spezie e frutta, che vi condurrà verso una tazza di caldo e aromatico vin brulè.
Dopo aver scaldato il vostro cuore con l’incanto del Natale, potrete ritemprare mente e corpo alle Terme di Merano.

Avvento e tradizioni Natalizie in Alto Adige

Durante l’Avvento, ovvero nel periodo che precede il Natale, in Alto Adige si respira un’atmosfera quasi magica, complici il paesaggio ricoperto di neve e le tradizioni di questo periodo.

La corona d’Avvento

La corona d’Avvento è costituita da rami di abete bianco e quattro candele, che rappresentano le 4 domeniche di Avvento prima del Natale. Le corone sono decorate con fiocchi, bacche, spezie e ogni domenica si accende una candela.

L’usanza del Klöckeln

In Val Sarentino dal XVI secolo si tramanda l’usanza del Klöckeln, il quale prevede che durante i tre giovedì dell’Avvento, che sarebbero le tre notti del Klöckeln, gruppi di uomini bussano alle case per raccogliere offerte e in cambio cantano canzoni tradizionali.

San Nicolò

Il 6 dicembre, durante la giornata di San Nicolò, nella maggior parte dei paesi e delle città dell’Alto Adige si organizzano sfilate, durante le quali San Nicolò dona dolci ai bambini ed è accompagnato dai Krampus, diavoli con maschere paurose.

L’albero di Natale

L’albero di Natale deriva da culti pagani dell’Europa del Nord, dove i druidi, antichi sacerdoti dei Celti, notarono che gli abeti erano piante sempre verdi e così li assunsero come emblema di lunga vita e avviarono l’usanza di ossequiarli durante le festività invernali. Poi l’abete divenne simbolo del Natale e questa tradizione si diffuse dalla Germania verso tutti gli altri paesi europei.
info e fonte; www.christkindlmarkt.it

Mercatino di Natale di Vipiteno 2017 – 2018

Dal 24 novembre 2017 al 06 gennaio 2018
Vipiteno vi da l’appuntamento con la magia del Natale nel suo suggestivo centro storico, scrigno di tesori artistici e culturali del Medioevo, nonché di una lunga tradizione mineraria testimoniata da una speciale mostra. L’imponente Torre delle Dodici, che sovrasta la piazza principale di Vipiteno, farà da sfondo al Mercatino che riscalda e illumina la città con la sua particolare energia.

Il Mercatino di Natale di Vipiteno

Il Mercatino di Natale di Vipiteno è l’occasione per vestire a festa la città. Quando tramonta il sole e la notte s’insinua tra le vie di questo borgo medievale, le luci degli addobbi si accendono e illuminano non solo gli edifici, ma anche i cuori dei presenti.
La torre delle Dodici, che domina la piazza principale con le casette di legno, risplende maestosa, facendo scintillare la neve candida che ricopre i tetti circostanti. Il suono delle sue campane si diffonde nei dintorni, creando un’atmosfera armoniosa e pacifica, che risveglia vecchi ricordi d’infanzia.
Lasciatevi coinvolgere dai mille stimoli che arrivano dall’esterno: seguite l’odore delle candele artigianali alla lavanda, alla cera d’api o alla cannella, gioite dello spettacolo incantevole che creano gli addobbi natalizi con le loro forme e i loro colori, abbandonatevi al profumo fragrante dei dolci appena sfornati e gustate qualche leccornia, come la frutta ricoperta di cioccolato.

Avvento e tradizioni Natalizie in Alto Adige

Durante l’Avvento, ovvero nel periodo che precede il Natale, in Alto Adige si respira un’atmosfera quasi magica, complici il paesaggio ricoperto di neve e le tradizioni di questo periodo.

La corona d’Avvento

La corona d’Avvento è costituita da rami di abete bianco e quattro candele, che rappresentano le 4 domeniche di Avvento prima del Natale. Le corone sono decorate con fiocchi, bacche, spezie e ogni domenica si accende una candela.

L’usanza del Klöckeln

In Val Sarentino dal XVI secolo si tramanda l’usanza del Klöckeln, il quale prevede che durante i tre giovedì dell’Avvento, che sarebbero le tre notti del Klöckeln, gruppi di uomini bussano alle case per raccogliere offerte e in cambio cantano canzoni tradizionali.

San Nicolò

Il 6 dicembre, durante la giornata di San Nicolò, nella maggior parte dei paesi e delle città dell’Alto Adige si organizzano sfilate, durante le quali San Nicolò dona dolci ai bambini ed è accompagnato dai Krampus, diavoli con maschere paurose.

L’albero di Natale

L’albero di Natale deriva da culti pagani dell’Europa del Nord, dove i druidi, antichi sacerdoti dei Celti, notarono che gli abeti erano piante sempre verdi e così li assunsero come emblema di lunga vita e avviarono l’usanza di ossequiarli durante le festività invernali. Poi l’abete divenne simbolo del Natale e questa tradizione si diffuse dalla Germania verso tutti gli altri paesi europei.
info e fonte; www.christkindlmarkt.it




CdZ - TTL Founder & CEO. Appassionato di informatica, esperto in Digital PR, mi occupo dal 1990 di Comunicazione legata alle vendite. Contatta la redazione per richieste e rettifiche in Contact us. TimeToLose non può essere ritenuta responsabile delle eventuali modifiche al programma degli eventi pubblicati in Agenda.

You must be logged in to post a comment Login