La fantastica notte delle Lacrime di San Lorenzo 2010-08-07
Time To Lose

News

La fantastica notte delle Lacrime di San Lorenzo

Prima uno stupendo allineamento di pianeti, poi le stelle cadenti. Il 12 agosto sarà un giorno speciale per tutti i romantici e gli appassionati del cielo. Un attimo dopo il tramonto, ad ovest, si noterà una piccola falce di Luna e ben quattro pianeti molto vicini: Marte, Mercurio, Venere e Saturno. Tutti visibili ad occhio nudo. Poi, nella seconda parte della notte, da mezzanotte alle 5 del mattino circa, ci sarà il massimo delle Perseidi, le stelle cadenti meglio note come “Lacrime di San Lorenzo“.
La denominazione tradizionale di “Lacrime di San Lorenzo” deriva dal fatto che nel XIX secolo il massimo della loro frequenza avveniva il 10 agosto, giorno della ricorrenza del Santo: ai giorni nostri il massimo si è però spostato in avanti di circa due giorni.
Il culmine di attività dello sciame quindi in genere ha luogo il giorno 12, quando la Terra nel suo percorso orbitale intercetta la parte più densa delle nubi di particelle lasciate dal passaggio di una cometa.
Quest’anno l’osservazione delle Perseidi si presenta particolarmente favorevole, primo perchè il massimo accadrà nelle ore notturne e secondo perchè la Luna, non ancora al primo quarto, non porterà alcun disturbo col suo chiarore.
Vale comunque la pena tenere d’occhio il cielo dal 10 al 15 agosto, quando il numero delle Perseidi supera quello delle meteore sporadiche: la completa mancanza del disturbo lunare permetterà di compiere anche soddisfacenti sorveglianze visuali e fotografiche, dato che le Perseidi, specie al crescere della loro frequenza, sono particolarmente luminose e mostrano un’alta percentuale di persistenza delle scie.
Per l’allineamento dei pianeti si veda la mappa della NASA:
http://heliophysics.org/headlines/y2010/images/perseids/skymap_12aug10.gif
mentre, per approfondire il discorso delle stelle cadenti e per vedere altre belle mappe sull’allineamento dei pianeti è ottimo il sito dell’Unione Astrofili Italiani:
http://divulgazione.uai.it/index.php/Cielo_di_Agosto_2010

Fonte: Ruggero Da Ros

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply