Studiare e seguire le lezioni da casa: 3 consigli indispensabili 2020-04-04
Time To Lose

Notizie e Cronaca

Studiare e seguire le lezioni da casa: 3 consigli indispensabili

A lezione di E-learning. Studiare e seguire le lezioni da casa: 3 consigli indispensabili.

I recenti fatti nel nostro paese hanno portato sempre più studenti a dover seguire le lezioni universitarie da casa, e a dover cambiare le proprie abitudini di studio. Per questo motivo abbiamo deciso di scrivere questo articolo con alcuni consigli utili a chi si ritrova a studiare in una situazione diversa dal solito o chi, tutti i giorni, studia nelle università telematiche.

Metodo di studio: dove agire per ottimizzarlo e rendere al massimo?

In generale gli studenti italiani non hanno un metodo di studio ben consolidato. I consigli sono sempre gli stessi: “studia di pari passo con le lezioni”, “ripeti ad alta voce, se possibile con compagni”, “riassumi a parole tue senza copiare dal libro”.

Ok, sono consigli che possono sembrare saggi, ma non ci dicono esattamente come strutturare un metodo di studio valido. Come ampiamente trattato sul blog studentetop.it, blog dedicato a studenti universitari e al metodo di studio, temi importanti per ottimizzare lo studio sono: la gestione del tempo di studio, le pause e la ripetizione dilazionata, argomenti che riguardano il time management. Oppure il modo di selezionare gli argomenti sul libro, incrociarli con gli appunti, schematizzare con mappe concettuali e mappe mentali; anche qui se ne sente parlare poco.

Oggi però vedremo un caso specifico, ovvero 3 gli aspetti nel quale migliorare per poter rendere al massimo nello studio a casa. Abbiamo individuato i seguenti:

  • 1. Avere ben chiari i propri obiettivi e pianificare il tempo di studio;
  • 2. Migliorare la propria concentrazione, evitando le distrazioni casalinghe;
  • 3. Migliorare il proprio metodo di studio utilizzando gli schemi.

Obiettivi e pianificazione del tempo

Quando si è costretti a rimanere a casa per molto tempo si ha la percezione di avere molto tempo libero. Percezione che ci porta spesso a rallentare i ritmi di studio classici e ci portano a procrastinare rimandando lo studio di argomenti difficili.

Per superare lo stallo che si viene a creare e recuperare efficacemente lo studio senza lasciare pagine e pagine del libro indietro è necessario avere innanzitutto degli obiettivi specifici.

Quando sono i prossimi appelli d’esame? Come voglio suddividere il tempo di studio da qui a quelle date?

Una buona prassi è quella di tenere un calendario settimanale con una divisione degli argomenti e cercare, giorno dopo giorno, di attenerci a questo calendario, senza procrastinare o ritardare sullo studio.

Concentrazione, questa sconosciuta

Un altro problema dello studio in casa è la concentrazione. Purtroppo le distrazioni sono sempre dietro l’angolo: commissioni da svolgere, compiti casalinghi, genitori o fratelli che ci distraggono, televisione, frigorifero e quant’altro sono tutti elementi che ci portano a distrarci non rendendo lo studio davvero efficace.

Avere degli obiettivi e pianificare il tempo di studio da soli non servono se poi quando siamo sui libro abbiamo la testa fra le nuvole.

Per questo il consiglio è quello di avere la scrivania (o qualunque sia il nostro ambiente di studio) più pulita e organizza possibile. Rimuovi tutte le fonti di distrazione, prepara già tutti i libri e gli appunti che ti servono, togli le notifiche al cellulare, allontana il telecomando della televisione e mettiti di lato il tuo snack preferito in modo da non doverci pensare al momento della fame.

Inoltre se il tuo ambiente è caotico e ci sono più persone in casa, valuta di ascoltare della musica in modo da cercare di isolarti. Questo consiglio vale per poche ore, non possiamo stare un giorno intero con le cuffie sulle orecchie!

Schemi per studiare, una valida alternativa gai riassunti

Studiare tutto il giorno ci porta a compiere azioni come riassumere un intero libro, scrivendo pagine e pagine. A fine giornata potremmo sentirci soddisfatti per aver scritto così tanto, ma di fatto abbiamo rallentato il nostro studio senza fissare i concetti in testa.

Per questo consigliamo alcune forme di schematizzazione come le mappe mentali, ovvero schemi che ci permettono di risparmiare tempo ed elaborare davvero i concetti nella nostra mente.

Studiare a casa, per concludere

Come indagato in una ricerca di studenti.it il 79% degli studenti non è sereno in una situazione di forzatura allo studio e a seguire le lezioni a casa. In seguito allo sconforto vengono poi i problemi sullo studio e sulla comprensione di ciò che si legge. Per questo motivo è importante affrontare lo studio da casa con gli giusti strumenti.

fonte e photo©creditwww.studentetop.it

You must be logged in to post a comment Login