Veni, Vidi, Via Claudia Augusta – in Piazza, come 200 anni fa! 2010-10-15
Time To Lose

Piazza dei signori

Veni, Vidi, Via Claudia Augusta – in Piazza, come 200 anni fa!

Oltre le alpi in sette giorni con la carrozza postale come 200 anni fa. Sabato 16 ottobre 2010, dalle ore 14.00 in Piazza dei Signori a Treviso potremo ammirare una splendida Carrozza Postale del 1881. La sosta Trevigiana del “tiro a quattro” fa parte di un Tour turistico-rievocativo che partito dalla città di Donauwört ( Germania ) giungerà fino ad Altino treversando le Alpi lungo la Via ImperialeCaudia Augusta“, ed in particolare attraverso il Passo Resia (1.504 m s.l.m. – valico alpino situato sul confine italo-austriaco a ovest del Brennero).

Una seconda sosta nella Marca è prevista alle 15.00 circa nel centro di Silea.

Il Tour

Nei mesi estivi è in funzione un servizio regolare di carrozze postali lungo la Via Claudia Augusta.
Da giugno circola mensilmente una carrozza a quattro cavalli da Landsberg am Lech attraverso Reutte, il Fernpass, Imst, Landeck e Nauders sul Passo di Resia fino a Bolzano.
Gli otto-dieci passeggeri possono godersi il viaggio, anche un po’ avventuroso, stando seduti a cassetta e ammirando i paesaggi pittoreschi e le innumerevoli testimonianze culturali, o, se preferiscono, muoversi attivamente. Il viaggio rappresenta comunque una meravigliosa esperienza.

La carrozza:
La carrozza, fedele riproduzione di una berlina del 1811, non mostra a prima vista la moderna tecnologia  di cui è dotata. Freni a disco, ruote di gomma e luci elettriche fanno in modo che i passeggeri, nonostante la romantica atmosfera, si sentano più comodi dei viaggiatori dei tempi passati. A parte questo, la carrozza non si distingue da quelle utilizzate un tempo soprattutto lungo i tratti impervi della Svizzera, e come allora per costruirla fabbri e carrozzai hanno impiegato quasi 4.000 ore di lavoro. La berlina è dunque un modello di carrozza ideale per viaggiare lungo la Via Claudia Augusta.

I cavalli:
La carrozza è trainata da quattro cavalli. Per valicare i passi si aggiungono altri due cavalli e si viaggia su un “tiro a sei”, come si dice nel linguaggio tecnico. I cavalli che trainano la carrozza sono animali a sangue caldo, tra cui bavaresi, hannoverani e holsteiner, che oltre alla razione quotidiana di fieno ricevono un’enorme porzione di foraggio concentrato.

La Via Claudia Augusta
La Via Claudia Augusta, l’antica strada romana che dalle pianure del Po e dall’Adriatico portava fino al Danubio, rivive ora, dopo 2000 anni di storia, una nuova, fresca stagione. Con la fine dei conflitti e l’Europa finalmente unita, la Via Claudia Augusta è diventata un ponte che unisce e mescola culture, ambienti, emozioni; è un percorso-simbolo che attraversa tre nazioni dall’enorme varietà di paesaggio e di tradizioni, bellezze d’arte e specialità enogastronomiche, all’insegna di un turismo dal volto umano, giovane ed ecologicamente compatibile. Un itinerario che invita a lasciare a casa l’orologio, per vedere luoghi e paesaggi con un occhio nuovo, attento ai colori, alle sottili sfumature, ai profumi, al sapore della storia che intride qui ogni cosa.

Fonte ed info : www.viaclaudia.org/it/via-claudia-augusta

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply