Magari, vite precarie. Spettacolo teatrale a Villa Correr Pisani 2012-03-02
Time To Lose

Programmazioni Artistiche

Magari, vite precarie. Spettacolo teatrale a Villa Correr Pisani

Venerdì 9 marzo alle ore 21.00 a Villa Correr Pisani, Montebelluna (TV) La compagnia teatrale La luna al guinzaglio in collaborazione con Spazio Rosa Bergamo presenta per la Festa delle Donna “… Magari …” vite precarie. Spettacolo teatrale di Elisa Risigari, con Giacomo Avanzi, Martina Boldarin, Francesco Godina, Elisa Risigari regia di Debora Petrocelli.…Magari… è uno spettacolo che nasce dall’urgenza e dalla voglia di testimoniare la precarietà affettiva e lavorativa con cui è cominciato il nostro terzo millennio, attraverso toni a volte comici, altre cinici o drammatici.
L’autrice, trentenne, prende spunto da situazioni autobiografiche, che, però, popolano la quotidianità di chiunque, per raccontare la confusione e l’instabilità delle “giovani” donne, ma anche di tutti “i giovani”, di oggi.
Quelle ex ragazze, che si trovano a vivere in una società che non rispetta le loro necessità primarie, una società che si è confezionata una realtà alterata dalla TV, dalle App, dai Social Network, precludendoci, così, la possibilità di formare un pensiero e una vita, veri, unici e personali. Il lavoro manca, nonostante l’impegno, gli studi, le lauree, le specializzazioni.
Gli affetti vanno e vengono, scivolano via e si fatica a creare intorno a sé situazioni di stabilità sentimentale, si fatica anche solo a pensare di poter, un domani, formare una famiglia.

Concepito in chiave ironica, in uno stile che richiama i format televisivi, cadenzato da musiche anni ’80, …Magari… è uno spettacolo che si sfoglia, una scena dopo l’altra, una risata dopo l’altra, assillati dalle continue domande su come, dove e quando riuscire a esprimere la propria voglia di futuro, di diventare, finalmente, grandi…

Ingresso 8 euro per informazioni telefonare al 347 506 43 73 o scrivere una mail info@lunalguinzaglio.com

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply