Festival Organistico Internazionale Città di Treviso – Date e programma 2011-09-03
Time To Lose

Rassegna

Festival Organistico Internazionale Città di Treviso – Date e programma

Inaugura venerdì 9 settembre, alla Chiesa di S.Cassiano di Quinto di Treviso, la XXIII edizione del Festival Organistico Internazionale “Città di Treviso e della Marca trevigiana”.  L’oramai “storica” manifestazione itinerante invita nuovamente ad ascoltare le emozionanti  voci  antiche  degli  organi  e  le nuove e originali proposte artistiche di musicisti di chiara fama e di talentuosi giovani concertisti. E ridà voce, quindi, a patrimonio strumentale di valore inestimabile custodito nelle chiese trevigiane e al suo esclusivo intreccio di arte, scienza, artigianato e tradizione.

Il Festival Organistico Internazionale “Città di Treviso e della Marca Trevigiana”, nei suoi ventitre anni di storia è riuscito non solo a promuovere e a realizzare importanti  restauri  agli  organi  storici  del  territorio,  ma  anche  a  invitare  a Treviso  i  più  celebri  organisti  contemporanei,  nonché  a  salutare  gli  esordi  di giovani strumentisti che hanno poi affrontato un’esaltante carriera concertistica. E,  soprattutto,  è  riuscito  a  radunare  un  pubblico,  locale  e  non  solo,  pronto  a sostenere con emozionante partecipazione le proposte della rassegna.

Grazie  al  sostegno  del  pubblico  e  delle  Istituzioni  pubbliche  e  private  che supportano  la  manifestazione  anche  quest’anno  il  Festival  si  ripropone, nonostante gli orizzonti non propriamente luminosi di cui beneficiano le attività artistiche e culturali, con una programmazione un po’ più “corta del consueto” ma che rimane, come sempre, d’assoluta eccellenza, grazie al fondamentale sostegno delle Amministrazioni dei Comuni che ospitano i concerti, dall’Amministrazione Provinciale che ha da sempre incluso il Festival nella programmazione di RetEventi Cultura, alla Regione Veneto, alla Fondazione Cassamarca  e ad alcuni sostenitori privati.

Se la qualità e varietà della proposta sono state concentrate in un numero di recital  inferiore  rispetto  a  quanto  offerto  negli  ultimi  anni,  il  cartellone  ospita alcuni tra  gli interpreti più applauditi del panorama organistico internazionale per i quali si gonfieranno i mantici di una ventina di strumenti antichi: agli strumenti trevigiani siederanno come sempre artisti internazionali impegnati in  programmi  che  evidenzieranno  sia  le  peculiarità  dell’organo  al  quale  si esibiranno, sia ambiti geografici o stilistici a loro particolarmente cari, cesellando così molte delle sfaccettature del caleidoscopico universo musicale, anche grazie agli strumenti che avranno a disposizione.

Particolarmente  significativo  sarà  il  consueto  recital  itinerante,  il  “Concerto Promenade” ideato dal Festival trevigiano qualche anno fa e replicato, con un certo orgoglio da parte nostra, da numerose altre analoghe manifestazioni: saranno in tutto sette gli appuntamenti fissati ai vari organi del centro storico nella giornata di  sabato  1  ottobre,  quando  fin  dal  mattino  si  accenderanno  gli  organi  storici della città di Treviso per questa singolare proposta realizzata con l’Associazione Organistica Trentina “Renato Lunelli”. Altra importante collaborazione è quella con  il Conservatorio  di  musica  di  Vicenza  “A.  Pedrollo”, protagonista  di  due appuntamenti con il suo coro e il suo ensemble strumentale: giovani musicisti che seguono l’impegnativo percorso accademico impegnati nella loro  “fresche” interpretazioni del repertorio classico, con musiche di Mozart e Haydn.
Come  sempre  il  Festival  raggiungerà  anche  luoghi  in  cui  non  è  attivo  alcun organo  storico,  anzitutto  perché il Comitato Promotore del Festival si augura di  riuscire  a contribuire  al  ripristino  degli  strumenti  in  stato  di  abbandono,  ma  anche  per portare la cultura musicale che più ci sta a cuore anche in ambiti non consueti. Così la musica del Festival sarà presente anche nella chiesa di Tezze di Vazzola, sprovvista d’organo, e nella suggestiva cornice del Castello di Roncade.

Il  concerto  inaugurale  di venerdì 9 settembre è stato affidato  a  Roberto  Antonello,  che  con  Andrea  Marcon  condivide la  direzione  artistica  del  Festival  e  che  ha  recentemente  registrato  l’ultima produzione discografica realizzata dal Comitato Promotore del Festival stesso: “Dal tramonto della  Serenissima  alla  Grande  Guerra” è  il  titolo  del  nuovo  Cd (realizzato con il contributo della Regione Veneto e il sostegno di Compiano Iniziative Editoriali) nel  quale  ha raccolto le tracce degli eventi storici che – tra la fine del Settecento e l’inizio del Novecento – hanno condizionato lo sviluppo e il pensiero del Veneto e del quale proporrà  alcuni  estratti  durante  il  concerto  inaugurale  all’Organo  De  Lorenzi della chiesa di San Cassiano di Quinto, dove il Cd è stato registrato.

Non meno ricco di significati il recital conclusivo, realizzato grazie al sostegno dell’Associazione Amici dell’Organo di Treviso, presieduta da Claudio De Nardo, già  attivo  membro  del  Comitato  Promotore  del  Festival  ai  tempi  della  sua fondazione. Che un socio fondatore del nostro Festival, oggi impegnato con la sua dinamica associazione, non solo continui a seguirci con passione ma anche ci  sostenga  invitando  all’organo  Serassi  della  chiesa  di  S.  Agostino  Roberto Cognazzo, vero specialista di quella letteratura organistica di fine Ottocento che  per la promozione di attività musicali occhieggia al teatro d’opera, è uno splendido segnale di fattiva collaborazione e di attiva capacità di comprensione, di cui De Nardo e la sua Associazione si sono fatti interpreti,  esempio illuminante per artisti e istituzioni.

Perché l’invito più sentito che il Comitato Promotore del Festival presieduto da Gianfranco Gagliardi rivolge al pubblico della rassegna e a quello che ancora non si è avvicinato a questa straordinaria proposta è quello di “ritrovarsi nelle chiese per “ascoltare”: atto forse troppo trascurato nella nostra vita quotidiana e in questo particolare momento storico, ma anche atto imprescindibile in ogni processo di apprendimento, di solidarietà, di  comprensione  e  di  crescita”.

Info: www.organidimarca.com

XXIII Festival Organistico Internazionale “Citta’ Di Treviso”: Il Programma

Venerdì  9 settembre – ore 20,45
Quinto di Treviso – Chiesa di San Cassiano
Organo Giovan Battista De Lorenzi, 1895
Roberto Antonello – Dal Tramonto Della Serenissima Alla Grande Guerra

Sabato 10 settembre – ore 20,45
Salgareda – Chiesa Arcipretale
Organo Andrea Zeni, 1999
Sophie-Véronique Cauchefer – Il Grande Repertorio Francese

Domenica 11 settembre – ore 16,30
Treviso – Chiesa parrocchiale di San Giuseppe
Organo Dell’Orto-Lanzini, 1990
Michel Bouvard E Yasuko Uyama Bouvard – L’età Barocca

Venerdì  16 settembre – ore 20,45
Santa Lucia di Piave – Chiesa di Santa Lucia
Organo Gaetano Zanfretta, 1892
Martin Neu – Il Romanticismo Tedesco

Sabato 17 settembre – ore 20,45
Silea – Chiesa dei Santi Vittore e Corona
Organo Barbini –Pizzenardi, 1780
Tomas Thon – Maestri Del Barocco E Classicismo Ceco

Domenica 18 settembre – ore 16,30
Preganziol – Chiesa parrocchiale di Santrovaso
Organo Giovanni Bazzani, 1843
Elisa Fontana – Antiche E Moderne Danze En Dialogue

Domenica 18 settembre – ore 20,45
Treviso – Chiesa parrocchiale di San Pelajo
Organo Beniamino Zanin, 1912
Simone Vebber – L’arte Dell’improvvisazione

Sabato 24 settembre – ore 20.45
Vazzola – Tezze, Chiesa di San Francesco d’Assisi
Ensemble La Rossignol – Cantabo Domino  – Canti Sacri Del Tardo Rinascimento

Domenica 25 settembre – ore 16,30
Roncade – Villa Castello Giustinian-Ciani Bassetti
Ensemble La Rossignol
In Vino – Il Vino In Musica Nel Rinascimento

Venerdì  30 settembre – ore 20,45
Treviso  – Chiesa parrocchiale di Santa Bona
Organo Franz Zanin, 1988
Manuel Tomadin
Echo Young Organist Of The Year 2012 – L’arte Assoluta Di J.S. Bach

Sabato 1 ottobre “Concerto Promenade”
Chiesa di Santa Maria Maddalena – ore 11,00
Organo Beniamino Zanin, 1888
Stefano Rattini
Chiesa di Sant’Agostino – ore 11,30
Organo Fratelli Serassi, 1858
Bruno Rattini
Tempio monumentale di San Nicolò – ore 15,00
Organo Gaetano Callido, 1778
Cristian Ferrari
Chiesa di San Gregorio – ore 15,30
Organo Gaetano Callido, 1769
Erwin Costa
Chiesa di San Vito – ore 16,00
Organo Domenico Malvestio, 1903
Fabio Rigali
Chiesa parrocchiale di Sant’Andrea – ore 16,30
Organo Scuola Veneta del ‘700
Adriano Dallapè
Chiesa di San Leonardo – ore 17,00
Organo Gaetano Callido, 1787
Tarcisio Battisti

Domenica 2 ottobre – ore 16,30
Valdobbiadene – Chiesa Auditorium di San Gregorio
Organo Francesco Zanin, 2010
Ensemble Corale e strumentale del Conservatorio di Musica di Vicenza
NICOLO’ SARI, organo
Pierluigi Comparin, direttore – Mozart E Haydn

Domenica 2 ottobre – ore 20,45
Treviso – Chiesa di San Bortolomeo
Organo Saverio Girotto, 2008
Ensemble Corale e strumentale del Conservatorio di Musica di Vicenza
NICOLO’ SARI, organo
Pierluigi Comparin, direttore – Mozart E Haydn

Venerdì 7 ottobre – ore 20.45
Treviso – Chiesa Auditorium di Santa Caterina
Organo Francesco Zanin, 1998
Benoit Mernier – Rinascimenti D’europa

Sabato 8 ottobre – ore 20.45
Ponzano Veneto – Chiesa parrocchiale di Paderno
Organo Bazzani – Aletti – Zanin, 1903
Eugenio Maria Fagiani – Giubilate, Esulate!

Domenica 9 ottobre – ore 16,30
Treviso – Chiesa di Sant’Agostino
Organo Fratelli Serassi, 1858
Roberto Cognazzo – Il Lessico Dell’opera

Concerto realizzato in collaborazione con Associazione “Amici dell’Organo” di Treviso
Comitato Promotore Festival Organistico “Città di Treviso e della Marca trevigiana”
Palazzo Umanesimo Latino – Riviera Garibaldi 13 – 31100 TREVISO
Tel. 0422.545895 – festorganisticotv@tin.it – www.organidimarca.it
Ufficio Stampa:  Marina Grasso

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply