Massimo Somenzi e Gianluca Sfriso – Pianoforte a quattro mani 2012-07-03
Time To Lose

Rassegna

Massimo Somenzi e Gianluca Sfriso – Pianoforte a quattro mani

Musei d’Estate 2012. Chiostro di Santa Caterina, Treviso, ore 21.00. Giovedì 5 luglio ore 21.00 il concerto di Massimo Somenzi e Gianluca Sfriso; Pianoforte a quattro mani. Il terzo concerto della tradizionale rassegna estiva Musei d’estate, si terrà giovedì 5 luglio e vedrà protagonista un duo di fuoriclasse formato dai pianisti Massimo Somenzi e Gianluca Sfriso.

Le musiche in programma sono di Goetz, Grieg, Dvořák.
Hermann Goetz – Sonata in sol min op.17
Edvard Grieg – Due Valse Caprice op.37
Antonín Dvořák – Leggende

Massimo Somenzi, veneziano, ha studiato pianoforte con Maria Italia Biagi, illustre allieva di Rio Nardi e Alfredo Casella. Si è diplomato al Conservatorio “Benedetto Marcello” della sua città con il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale di merito vincendo inoltre il premio “M. Mazza” quale migliore allievo della Scuola di Pianoforte. Ha studiato Musica da camera con Sergio Lorenzi, Franco Rossi e Antonio Janigro. Ha frequentato i corsi del “Mozarteum” di Salisburgo e della “Association Musicale de Paris” dove ha ottenuto un “Premier Prix” di Musica da camera.
Ha vinto i concorsi pianistici nazionali di Osimo, La Spezia, Pescara, Cesena . Nel 1983 ha vinto il terzo premio al Concorso internazionale per Trio con pianoforte di Colmar, Francia. Nel 1984 ha vinto il primo premio al Concorso nazionale per Complessi da camera “F. Cilea” di Palmi, il secondo premio al Concorso internazionale “Città di Firenze, Premio Vittorio Gui” e il primo premio al Concorso internazionale di Musica da camera “Città di Trapani”.
Nel 1985 ha vinto il primo premio “all’unanimità con speciale menzione di merito” al Concorso straordinario per Duo “Città di Vittorio Veneto”.
Nel corso della sua intensissima attività concertistica si è esibito come solista, con orchestra e specialmente in formazioni cameristiche, collaborando con illustri strumentisti, nelle sale più prestigiose d’Italia (Teatro alla Scala e Sala Verdi di Milano, Teatro La Pergola di Firenze, Teatro Grande di Brescia, Accademia Chigiana di Siena, Teatro La Fenice di Venezia, Sala Verdi di Torino, Teatro Comunale di Bologna…) E in Francia (Auditorium del Museo del Louvre a Parigi), Austria (Musikverein di Vienna), Spagna (Radio Classica di Madrid), Germania, ex Iugoslavia, Stati Uniti d’America, Bulgaria, Turchia, Giappone, Canada, Portogallo, Cina, ex Unione Sovietica, Albania. Ha svolto intensa attività concertistica in Duo con il violoncellista Mario Brunello, Primo Premio Ciaikovsky, fin dal 1980.
Le sue incisioni discografiche comprendono tra l’altro l’opera completa per pianoforte a quattro mani di A. Dvorak e quella di J. Brahms (con la pianista Emanuela Bellio), un CD live con musiche di C. Saint-Saens, P. Hindemith, H. Dutilleux, F. Mompou, M. De Falla e A. Piazzolla per fagotto e pianoforte (con Stefano Canuti), le Sonate di C. Franck, M. Ravel e C. Debussy per violino e pianoforte (con Domenico Nordio), le Sonate di E. Grieg e R. Strauss per violoncello e pianoforte (con Mario Brunello).
E’ titolare di una cattedra di pianoforte principale al Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia. Dal 1991 al 2003 è stato Direttore del Conservatorio “Agostino Steffani” di Castelfranco Veneto. Ha fatto parte delle giurie di alcuni dei più importanti Concorsi italiani. Tiene inoltre Master Classes di Pianoforte e di Musica da camera in Italia e all’ estero.
Nel 2005, insieme al pianista statunitense Gustavo Romero, ha eseguito l’integrale delle composizioni per pianoforte a 4 mani e per 2 pianoforti di W. A. Mozart negli USA (California, Illinois, Iowa, Virginia, Texas) e in Italia (Crotone, Milano, Terni, Treviso, Vicenza). Sempre nel 2005 ha completato per il Festival Galuppi di Venezia l’esecuzione di tutte le Sonate per pianoforte di W. A. Mozart.

Gianluca Sfriso ha compiuto gli studi musicali al Conservatorio B. Marcello dove si è diplomato con il massimo dei voti e la lode sotto la guida di Gabriella Ghiro, perfezionandosi in seguito con Gino Gorini e per la composizione con Ugo Amendola.
Nel 1988 ha vinto il II premio e una borsa di studio al Premio Venezia e ha partecipato a un corso di perfezionamento con J. Achucarro in Spagna.
Su invito della Fondazione Malipiero ha partecipato al progetto di incisione integrale dell’opera pianistica malipieriana per la Ares di Verona.
Ha tenuto numerosi concerti sia in qualità di solista sia nelle più diverse formazioni cameristiche riportando sempre successo di pubblico e di critica. Ha frequentato masterclass di musica da camera con F. Rossi, D. Asciolla e G. Carmignola del quale è stato collaboratore pianistico ai corsi di perfezionamento a Belluno nel 1991.
Ha suonato con l’orchestra Sinfonietta Veneta (dir. E. Gracis) in occasione del concerto omaggio a Gino Gorini presso le sale apollinee del Teatro La Fenice e con l’Orchestra di Padova e del Veneto.
Nel 1996 ha eseguito in duo pianistico al festival “‘900 di Trento“ The little sweep “ di B. Britten, co-prodotto dal Teatro La Fenice e dal Conservatorio di Venezia.
In duo con il violinista Stefano Pagliari ha frequentato masterclass con Franco Gulli a Trieste, all’Accademia Chigiana con R. Brengola e per tre anni all’Accademia musicale di Firenze con Pier Narciso Masi studiando sotto la sua guida anche il repertorio solistico.
Ha partecipato a tournee con l’Orchestra d’archi Italiana suonando con Giuliano Carmignola, Stefano Zanchetta, Markus Stockhausen con cui ha registrato per Rai Radio3 il Concerto per pianoforte tromba e archi di Jolivet. Sempre con l’Orchestra d’Archi Italiana ha eseguito e registrato per Rai Radio3, con l’Orchestra d’Archi Italiana, Diplipito di G. Kancheli assieme a Mario Brunello, Emanuele Segre e Claudio Cavina sotto la direzione di Gunther Pichler alla presenza del compositore.
Suona in duo con la violoncellista Aya Shimura e assieme hanno studiato per alcuni anni con Franco Rossi .
Nel corso del 2003 il duo si è esibito con successo nella rassegna “I nuovi Interpreti” del Bologna Festival e al ”Festival delle Nazioni “ di Città di Castello.
Con Mario Brunello e un ensemble dell’ Orchestra d’Archi Italiana ha suonato nel 2006 per l’inaugurazione del Teatro Naturale di Arte Sella (TN) eseguendo Spasimo di Giovanni Sollima nella versione originale per violoncello, trio d’archi, percussioni e tastiera elettronica, replicato nel 2010 per il Festival Internazionale di Stresa, e nel 2011 per la stagione della Scarlatti a Napoli.
Con la contralto Giovanna Dissera Bragadin ed il baritono Giuseppe Piazza ha eseguito, nell’ottobre 2010 presso il palazzo veneziano di Ca’ Rezzonico, l’integrale del ciclo mahleriano Des Knaben Wunderhorn.
Nel 2012 ha suonato al Teatro Olimpico di Vicenza per lo spettacolo Chanson en scene ideato da Marco Bellussi , con il baritono Giuseppe Piazza.

Il costo del biglietto è di 6,00 €, (per i minori di 14 anni e soci Asolo Musica il biglietto sarà di 1€); l’ingresso al chiostro sarà consentito dalle 20.30, fino ad esaurimento dei posti.
Per informazioni:
Musei Civici Di Treviso: 0422-658442 / 0422-544864
Asolo Musica Veneto Musica: 0423-950150 www.asolomusica.com

fonte: Teatri e Umanesimo Latino S.p.A.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply