Musica organistica a Treviso in San leonardo 2011-05-25
Time To Lose

Rassegna

Musica organistica a Treviso in San leonardo

E’ una stagione felice per la musica organistica a Treviso. Se da oltre vent’anni, in autunno, il Festival Organistico Internazionale fa vibrare in città e in provincia le splendide voci degli organi storici, dallo scorso anno una nuova serie di appuntamenti con la musica e la cultura organistica impreziosisce anche la primavera musicale in città.
Sono iniziative realizzate dall’associazione “Amici dell’organo” di Treviso, fortemente voluta ed entusiasticamente e presieduta da Claudio De Nardo, da sempre noto appassionato di cultura organistica e organaria, nonché uno dei soci fondatori del Festival Organistico Internazionale “Città di Treviso”.
Dopo aver proposto nella primavera 2010 la rassegna “Allievi in concerto” – con quattro appuntamenti che hanno registrato ampia partecipazione e lusinghiero consenso di pubblico – l’attività 2011 della vivace associazione presieduta da De Nardo ha realizzato alla rassegna “Pagine d’organo”, che ha programmato quattro appuntamenti domenicali a cadenza mensile all’organo della chiesa di San Giuseppe. Recitals che hanno avuto come protagonisti alcuni tra i più brillanti talenti che si stanno perfezionando nelle scuole d’organo dei conservatori italiani ed europei, la cui abilità è stata valorizzata al meglio dal maxi schermo che ha proiettato in tempo reale le immagini degli organisti durante l’esecuzione dei concerti.  Immagini che hanno consentito anche di apprezzare l’organo realizzato dalla ditta Dell’Orto-Lanzini di Arona nel 1990, che s’ispira ai modelli dell’antica arte organaria franco-alsaziana e del quale il pubblico ha anche potuto visitare il sorprendente “ventre” grazie ad una visita guidata condotta dallo stesso De Nardo.
Vivamente gradito è stato anche il doppio appuntamento di domenica 8 maggio con la musica di Vincenzo Petrali raccontata (con una conferenza pomeridiana) e suonata (con un concerto serale) da Marco Ruggeri nella chiesa di S.Agostino, dove l’organo costruito dai fratelli Serassi si è perfettamente prestato a far conoscere e apprezzare la musica di questo straordinario quando poco conosciuto compositore artefice di una sorta di primo stile musicale dell’Italia postunitaria: concerto monografico, quindi, proposto anche per onorare una volta di più il 150esimo anniversario del Paese.

E le proposte degli “Amici dell’Organo” non si esauriscono: il prossimo appuntamento è, infatti, già fissato per domenica 3 giugno (ore 21,00) nella chiesa di San Leonardo a Treviso, dove l’organista Luca Scandali, autentico specialista della prassi esecutiva della musica rinascimentale, proporrà un confronto tra la scuola organistica veneziana e quella napoletana, esibendosi al grande organo realizzato da Gaetano Callido e a un piccolo organo di scuola napoletana.
“Amici dell’Organo” sta, inoltre, progettando nuovi appuntamenti in collaborazione con il Festival Organistico Internazionale “Città di Treviso”, al fine di promuovere l’esibizione di giovani talenti all’interno della storica rassegna che ospita ogni anno i più affermati interpreti internazionali, e per promuovere congiuntamente la conoscenza e la diffusione della cultura organistica presso i giovani, con interventi nelle scuole e altre iniziative “mirate” a favore di quello che sarà il pubblico di domani.
Iniziative e progetti dell’associazione Amici dell’Organo di Treviso sono consultabili su Facebook. Info: 345.7096696-info@amicidellorgano.com
Prossimi appuntamenti con l’associazione “Amici dell’Organo”

Treviso, Chiesa San leonardo

Venerdì 3 giugno, ore 21.00
Venezia e Napoli, scuole organistiche a  confronto
Luca Scandali, organo
Musiche eseguite al grande organo “Callido” e  al piccolo organo di scuola napoletana.

Info: 345.7096696-info@amicidell’organo.com

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply