Gruppo Ristoratori della Marca Trevigiana – Treviso Dripping Taste 2012-10-18
Time To Lose

Ristorante

Gruppo Ristoratori della Marca Trevigiana – Treviso Dripping Taste

Treviso Dripping Taste; 19 20 21 ottobre 2012 – “Dove il gusto incontra l’arte”. Il Gruppo Ristoratori della Marca Trevigiana porta a Treviso una cucina nuova fatta di sperimentazione e abbinamento col mondo dell’arte. Coinvolta tutta la città: Piazze, Salotti e Atelier del Gusto dove assaggiare i cicchetti, partecipare alle degustazioni guidate e acquistare i prodotti a Km Zero. Sabato sera la “Cena a Rovescio”.

Dripping Taste 2012 – Programma delle: Lezioni di cucina – Sabato 20 e domenica 21 ottobre 2012

Sarà un fine settimana denso di eventi incentrati sul connubio enogastronomia e arte quello che aspetta Treviso in occasione della prima edizione di Treviso: Dripping Taste, manifestazione del Gruppo Ristoratori della Marca Trevigiana con il contributo di Promotreviso e delle associazioni di categoria, Coldiretti, Unindustria e Confartigianato.

Il programma degli eventi partirà ufficialmente venerdì sera alle 18:00 con l’apertura dei Salotti del Gusto: a Palazzo Giacomelli l’inaugurazione della mostra fotografica di “No Seconds” di Henry Hargreaves (il fotografo neozelandese ha fotografato quelli che sembrano dei semplici vassoi da mensa, ma sono in realtà l’ultima cena dei condannati a morte nelle carceri degli Stati Uniti) accompagnata dai finger food; in contemporanea all’Odeon – La Colonna sarà allestito “…di acqua, luna ed Anguane “, performances dove la musica di Alberto Grollo, Luigi Vitale ed i reading di Sandro Buzzatti si accompagnano con i cicchetti della tradizione e della magia dell’acqua.
Gli altri Salotti troveranno spazio in Piazza Università, con il “Cortile metafisico” degli artisti proposti da Berengo Studio di Murano, allo Spazio Morandin con la mostra di scultura in vetro “9 rooms” di Bertil Vallien.
In ogni Salotto, ad affiancare le installazioni e le performance, troveremo le sperimentazioni dei ristoratori trevigiani: dopo gli ottimi risultati delle anteprime di Oderzo e Castelfranco, con la partecipazione di oltre mille persone, sarà il turno di Treviso scoprire come anche il Libum, il biscotto con farina di farro, ricotta e profumo d’alloro, descritto da Catone nel suo “Liber De Agri Cultura “ del 160 a.C., possa diventare uno splendido ed attualissimo cicchetto.

Sabato e domenica dalle 11 alle 19 il programma si arricchisce con l’apertura delle Piazze del Gusto dove saranno allestiti i parchi tematici dedicati ai mestieri ed ai prodotti a Km Zero: al Radicchio Rosso di Treviso e Variegato di Castelfranco IGP (piazza Borsa), al Miele (piazza Carducci), al mestiere del Casaro (piazza san Vito) ed a quello del Norcino (piazza Indipendenza e loggia dei Trecento), al Tiramisù (piazza Ancilotto) per finire con “Il Mondo in una Piazza”, (piazza Università) uno spazio di cucina fusion dedicato alle culture del mondo.
Per ogni piazza i prodotti saranno degustati nei “Cicchetti ed Ombra in Piazza“ dei ristoratori, ma anche spiegati grazie alle “Fattorie Didattiche”, e acquistati grazie a Coldiretti.

Uno spazio fondamentale sarà quello dedicato ai Cooking Show (sabato 10:30-15:53, domenica 10:30-18:00), allestito in Camera di Commercio I.A.A., vere e proprie lezioni di cucina dedicate all’ Arte nel Piatto: un critico e storico dell’arte affiancherà gli chef trevigiani nello spiegare la realizzazione di ricette originali dove il prodotto a Km Zero trova la sua espressione artistica. Durante le lezioni si potranno degustare i piatti e seguire gli abbinamenti dei vini proposti dai Sommelier dell’AIS.
Una particolare sezione dei Cooking Show sarà illustrata da Sergio Grasso, l’antropologo del buon cibo, che, dall’analisi sensoriale dei prodotti al retroterra culturale di ogni ingrediente, arricchirà ogni ricetta di “gustoso sapere”.

Infine, particolare curiosità desterà “Il Manifesto della Cucina Futurista di F.T. Marinetti e Fillia”: Marinetti considerava la cucina un’importante espressione artistica in cui la sperimentazione poteva trovare ampio spazio. In suo onore i Ristoratori Trevigiani si ispireranno, sabato 20 novembre alle ore 19.00 presso la Camera di Commercio I.A.A. di Treviso, alla famosa “Cena a Rovescio” tenutasi a Trieste nel 1910, in cui i futuristi invertirono completamente l’ordine delle portate, dal caffè all’aperitivo.

La Mappa dell’Arte del Gusto si può consultare e scaricare dal sito www.trevisodrippingtaste.it o sulla pagina Facebook dell’evento. Per prenotarsi ai Cooking Show e alla “Cena a RovesciO”: 337 310483

Ufficio stampa: Ideeuropee

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply