Altivole a Teatro rassegna 2018 all’Auditorium Ferraro 2018-10-30
Time To Lose

Teatro

Altivole a Teatro rassegna 2018 all’Auditorium Ferraro

Altivole a Teatro 2018.

rassegna di Teatro.

i sabato di novembre 2018.

Il cartellone della 15° rassegna Altivole a Teatro mette a programma  4 spettacoli di teatro Auditorium P.M. Ferraro. Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 20.45 del sabato del mese di novembre 2018

La Cena dei Cretini

sabato 3 novembre 2018
La Cena dei Cretini

  • di Francis Veber
  • regia di Guglielmo Scarabel
  • Compagnia Vittoriese del Teatro Veneto di Vittorio Veneto (TV)

La trama è semplice ma di grande impatto comico: ogni mercoledì sera un gruppo di amici, ricchi e annoiati, organizza per tradizione la cosiddetta cena dei cretini, alla quale i partecipanti devono portare un personaggio creduto stupido e riderne sadicamente per tutta la serata. Ma non sempre le cose vanno come ci si aspetta. Una sera il cretino di turno riesce, infatti, a ribaltare la situazione passando, per così dire, da vittima a carnefice, creando una serie di problemi al suo potenziale anfitrione in un crescendo di errori, gags e malintesi veramente divertenti. La cena dei cretini è un’esilarante commedia che coinvolge il pubblico in un turbinio di risate, di fronte alle paradossali situazioni che i protagonisti sono costretti a vivere, loro malgrado.

Al Cavallino Bianco

sabato 10 novembre 2018 – ore 20.45
Al Cavallino Bianco

  • di Oskar Blumenthal e Gustaf Kadelburg
  • Regia, traduzione e adattamento di Fabrizio De Grandis
  • Gruppo Teatro Fata Morgana di Preganziol (TV)

Commedia ambientata negli anni ’70, con intrecci amorosi e controversie legali, Al Cavallino Bianco, hotel sulle rive del lago Wolfangang, in Austria. Il primo cameriere dell’hotel è perdutamente innamorato della proprietaria, la vedova Gioseffa. Tra i due sono continue scintille, schermaglie amorose e ripicche dal momento che l’ostessa del Cavallino Bianco ne respinge fermamente la corte, un po’ perché non vuole mischiare sentimenti e lavoro, ma soprattutto perché il suo cuore batte per un altro: l’avvocato Bellati, ospite affezionato dell’albergo, dove trascorre ogni anno le vacanze estive.
Alloggiati al Cavallino Bianco anche l’irascibile e sanguigno industriale trevigiano Giovanni Pesamenole, sua figlia Ottilia e la stravagante coppia formata dal professor Hinzelmann e dalla figlia Claretta. Pesamenole ha una causa in corso con un certo Cogli, suo concorrente in affari, il quale su consiglio dell’avvocato difensore Bellati, invia nell’albergo il figlio Sigismondo (un vanesio millantatore di conquiste femminili) con il progetto che Ottilia se ne innamori e successivamente lo sposi, così da porre fine in forma amichevole alle controversie legali con Pesamenole.
Ma, si sa… al cuor non si comanda e così le aspettative sentimentali di molti dei personaggi della commedia sono destinate a non realizzarsi. Si crea dunque una girandola di coppie immaginarie e immaginate, ipotetiche e reali che si scompongono e ricompongono finché, alla fine, ogni cosa troverà il suo giusto posto.

I morti no ‘i paga le Tasse

sabato 17 novembre 2018
I morti no ‘i paga le Tasse

  • di Nicola Manzari
  • Regia di Lina Lisciotto
  • Compagnia Strapaes di Laives (BZ)

‘I morti non pagano le tasse’ è una celebre commedia di Nicola Manzari, noto sceneggiatore cinematografico degli anni cinquanta, che fece di questa sua opera teatrale anche una versione per il cinema.
La storia, ambientata negli anni cinquanta, racconta la misera vita di Marco (Luca Castoldi), un impiegato statale che vive in un clima di perenne tensione, sottoposto ai soprusi della moglie Amelia (Ingrid Marinello) e della suocera Geltrude (Ornella Baldessarini), coperto di debiti per colpa delle due donne. Ma un giorno la posta gli recapita un documento che lo dichiara defunto da ormai sette anni. E così per il fu Marco Vecchiato, liberatosi dalle catene invisibili del sistema che per lungo tempo lo aveva intrappolato, inizia una nuova vita. Ma le sorprese, non tutte gradite, non mancheranno.
La trama è divertente, ricca di colpi di scena, e porta sulla scena oltre ai tre principali protagonisti della vicenda anche molti altri personaggi: la padrona di casa (Laura Pallara) e la portinaia (Anna Pastore); uno spasimante di Amelia (Gino Saretto); un albergatore (Roberto Franceschini) e sua figlia (Mery Braito); i sindaci di due diversi paesi (Fabio Maltauro ed Enzo Martinelli) e un segretario comunale (Elena Cattoni).

Ancora Sei Ore

sabato 24 novembre 2018
Ancora Sei Ore

  • di Davide Stefanato
  • Regia di Davide Stefanato
  • Compagnia Amici del Teatro di Pianiga (VE)

Antonio, burbero contadino della provincia padovana, vive gli ultimi anni della sua vecchiaia in compagnia della sua badante emiliana Lorella che lo accudisce con cura, nonostante i continui battibecchi.
Non si avvede però che, ultimamente, alcuni suoi parenti e conoscenti tramano animatamente per poter ottenere tutti o parte dei suoi beni in eredità. E così mentre il figlio Ettore, abilmente manipolato dalla cinica ed arrivista moglie Adelaide, tenta di fargli firmare un ben mirato testamento, lo spiantato fratello Luciano, il furbo parroco del paese e pseudo medico personale provano a circuirlo con altri espedienti.

Rassegna a cura di Asolo Teatro
Auditorium Comunale P.M.Ferraro
Via Roma 21/1 Altivole (TV)
info : www.asoloteatro.it

You must be logged in to post a comment Login